Maggio 2005

BILANCI DI GIUSTIZIA
LETTERA DI INFORMAZIONE TRA GLI ADERENTI ALLA CAMPAGNA
N° 99 – MAGGIO 2005

INCONTRO ANNUALE BILANCI DI GIUSTIZIA
ENERGIA OGGI E DOMANI
CONSUMIAMO MENO E PRODUCIAMO MEGLIO
LIGNANO SABBIADORO (UD) 26-28 AGOSTO 2005

Il tema 2004-2006 della Campagna Bilanci di Giustizia è l’Energia e ha avuto un lancio entusiasmante nell’incontro con Maurizio Pallante alla Mendola lo scorso settembre. Subito si è costituito un Gruppo di Lavoro sul tema “Energia e Finanza” che ha predisposto le schede inviate a tutte le famiglie con l’ultima lettera (e scaricabili dal sito), a questo proposito aspettiamo le vostre schede.
L’Energia è un tema che da sempre richiama l’attenzione dei Bilancisti, ma passare dalle intenzioni ai fatti non è facile; il cammino verso la sobrietà comincia con la chiusura dei buchi del secchio… ma, come famiglie e gruppi, facciamo fatica ad andare oltre, a sperimentare nuovi modi di consumare e produrre energia vista la complessità del tema e la competenza tecnica che richiede.
Vogliamo affrontare anche questo ambito con il metodo di lavoro che da sempre ha caratterizzato la nostra Campagna: cambiare i nostri consumi per cambiare l’economia. Vi proponiamo un brano tratto dalla introduzione del “Contratto mondiale per l’energia e il clima” presentato alla conferenza Cop9 del novembre 2003:“Un mondo diverso è possibile se l’azione dei popoli saprà costruire un altro modello energetico moderato, equo e democratico, non più alimentato dai combustibili fossili e dal nucleare, ma basato sul risparmio dell’energia e sull’uso distribuito delle risorse rinnovabili quali sole, vento, biomasse, geotermia, maree.
La transizione ad un’economia “leggera” nell’uso delle risorse energetiche richiede una duplice strategia: la reinvenzione dei mezzi (efficienza) e una prudente moderazione nei fini (sufficienza).
Solo riducendo i consumi nei paesi occidentali, producendo elettricità e calore con risorse rinnovabili e usando l’energia prodotta con senso del limite, intelligenza ed efficienza si può:
– garantire a tutti l’accesso all’energia e quindi combattere la povertà e l’emarginazione;
– limitare i cambiamenti climatici e l’inquinamento dell’aria;
– favorire democrazia e partecipazione, perché sole, vento e biomasse sono fonti distribuite sul territorio, non monopolizzabili come il petrolio, il carbone, il metano e il nucleare”.

E’ importante cogliere allora l’opportunità di questo Incontro Annuale per unire all’entusiasmo anche degli spunti pratici che ci permetteranno di accendere (…ehmm… spegnere) la luce.
L’Incontro inizierà venerdì pomeriggio ritrovandoci e salutandoci, bilancisti vecchi, nuovi e futuri.
Dopo cena il Gruppo Energia illustrerà i risultati delle Schede di Censimento e del Calcolo del Bilancio Energetico delle case dei bilancisti, che hanno aderito fattivamente al Censimento inviando la scheda. Potremmo così vedere la nostra collocazione rispetto al tema dell’Energia e capire da che punto partiamo. Dopo i vari Gruppi Locali ci allieteranno presentandosi ludicamente (ci sarà tempo prima di cena per ripassare le parti).

Che conseguenze ha il Protocollo di Kyoto? come è possibile utilizzare le energie alternative? Il tema principale dell’incontro si aprirà sabato mattina con una presentazione che ci permetterà di afferrare la collocazione dell’energia oggi rispetto ai grandi temi sociali e ambientali oltre che politici ed economici. Ne parleremo con l’ing. Carlo Manna e con il dott. Beniamino Benato. L’ing. Manna lavora all’ENEA e quindi parte da un osservatorio assolutamente qualificato per i sottili e delicati equilibri, che ci fornirà questa visione “dall’alto”. I punti affrontati saranno: la collocazione dei combustibili fossili in relazione alle riserve presenti, la possibilità di successo e di soddisfacimento del protocollo di Kyoto, il ruolo delle energie rinnovabili in tutto questo e la possibilità che fuoriescano dalla loro condizione di “cenerentola”, la possibilità di realizzare compiutamente le strategie di efficienza e di sufficienza nella gestione dell’energia e la possibilità effettiva di distribuzione capillare della produzione di energia.
Il ruolo del dott. Benato è di provocare la riflessione sul fatto che un cambiamento della gestione dell’energia comporta una modifica di molti degli aspetti del vivere sociale, della gestione dell’economica, del concetto di sviluppo, della crescita, ecc.

Dopo questi spunti, sempre sabato mattina, ci divideremo in gruppi tematici per confrontarci su cosa stiamo facendo e, discutendo con chi ha maturato maggiori competenze in questo campo, partendo dall’e esperienze realizzate e realizzabili, potremo verificarne la fattibilità. E’ indispensabile quindi che tutti i partecipanti scelgano il tema di interesse sulla scheda allegata a questa lettera e la inviino entro fine giugno.
Nel pomeriggio potremo liberare l’energia raccolta in mattinata cimentandoci negli svariati laboratori bilancisti. Potremo scegliere sia di approfondire il tema dell’energia che dedicarci all’autoproduzione o introdurci alle immersioni in apnea.
Dopo cena festa con uno spettacolo di teatro e danze popolari.

Domenica mattina nuova immersione plenaria nelle energie rinnovabili con una tavola rotonda sulle possibili scelte percorribili e le modifiche culturali necessarie per realizzare nel nostro piccolo alcune scelte legate all’energia. Le proposte possono sembrare molto lontane dall’esperienza concreta, ma alcuni progetti nascono comunque dalla conoscenza, dalla ripetibilità delle esperienze e dalla costanza di gruppi di persone. Affronteremo le problematiche del risparmio energetico e della promozione delle fonti energetiche rinnovabili a livello comunale (regolamento edilizio sostenibile), esploreremo la possibilità di investire su azioni pubbliche e sulla spinta propulsiva che può nascere dal mercato nel campo della ricerca, cercheremo di comprendere come altri paesi (Germania) abbiano già intrapreso questa strada e le difficoltà incontrate.
Nella seconda parte della mattina ci sarà la presentazione dei lavori dei bambini fatti durante questo Incontro, l’aggiornamento sulla situazione della Campagna anche a partire dai dati del Rapporto Annuale e poi la conclusione.

Durante tutto l’Incontro verrà garantita l’animazione dei bambini.
Alla Mendola si è costituito con successo un gruppo autogestito di adolescenti. Nel corso dell’anno si sono mantenuti i contatti, a luglio sperimenteranno l’avventura del BilaTrek e a Lignano si riproporranno dei momenti tutti per loro.
Nelle mattine di sabato e domenica prima di colazione saranno proposti dei momenti di meditazione sulla spiaggia.
Vi ricordiamo che per chi si iscrive entro il 10 giugno la quota di iscrizione è di 17 euro per adulto. Dopo di tale data è di 22 euro.
Per iscriversi compilare il tagliando allegato alla Lettera di Maggio o che potete scaricare dal sito.
Una volta effettuato il versamento spedite la scheda di iscrizione e la copia del versamento effettuato, a:
e-mail: bdg-lignano2005(at)tiscali(punto)it , fax: 1782740458 o a: E. & S. Pullini – Via Zermanese, 153 – 31100 Treviso.
Altre informazioni sull’incontro nazionale possono essere richieste telefonando alla segreteria, al numero 041-5381479, oppure via mail all’indirizzo bdg-lignano2005(at)tiscali(punto)it oppure consultando il sito www.bilancidigiustizia.it

PROGRAMMA INCONTRO ANNUALE

Venerdì 26

ore 16 Accoglienza
ore 18 I gruppi preparano la serata
ore 19.30 Cena
ore 21 Esposizione dati gruppo energia
ore 21.45 Presentazione ludica dei gruppi locali

Sabato 27

ore 7 Meditazione sulla spiaggia
ore 8 Colazione
ore 8.45 Plenaria di presentazione del tema e spunti di riflessione con Carlo Manna (ENEA, Responsabile Energie Rinnovabili) e Beniamino Benato (Fondatore di una società per la ricerca e lo sviluppo del rinnovabile)
ore 11 Lavori di gruppo:

  • Comportamenti e interventi per risparmio energetico in condomini
  • Comportamenti e interventi per il risparmio energetico in case singole
  • Progetti e idee per azioni rivolte alle amministrazioni sul tema dell’Energia
  • Progetti e idee alla formazione e alla sensibilizzazione sul tema dell’Energia

ore 12.30 Pranzo
ore 14.30 Laboratori
ore 18.30 Spiaggia!!!!
ore 19 Cena
ore 21 Serata di teatro e danze

<P LANG=”” ALIGN=JUSTIFY STYLE=”widows: 0; orphans: 0″>
<P LANG=”” ALIGN=JUSTIFY STYLE=”widows: 0; orphans: 0″> Domenica 28

ore 7 Meditazione sulla spiaggia
ore 8 Colazione
ore 8.45 Tavola rotonda: “Risparmio energetico ed energie rinnovabili:strade percorribili” con

  • Alessandro Maggioni: Assessore Urbanistica di Corbetta (Mi)
  • Sig. Burro – Legambiente
  • Marco Giusti (Agsm)
  • Sig. Valdegamberi (Sindaco di Badia Calavena) e Consigliere della Regione Veneto
  • Arch. Giancarlo Trevisiol

ore 11.30 Presentazione dati bilanci e riporto lavoro bambini conclusione
ore 13 Pranzo
Per chi lo desidera seguirà la celebrazione della Messa

SABATO POMERIGGIO….. LABORATORI!!!

  1. Autoproduzione saponi (Roma)
  2. Autoproduzione di meridiane (Bergamo)
  3. Pannelli solari casalinghi: autorpoduzione (Bergamo)
  4. Feste con i bambini (o pasta fatta in casa) (Legnano)
  5. Immersioni in apnea (Milano)
  6. Autoproduzione di candele di cera d’api (Udine)
  7. Autoproduzione di carta pregiata (Andrea)
  8. Spiritualità nel quotidiano (don Gianni)
  9. Approfondimento pratico su innovazione tecnologica per le energie rinnovabili (Verona e B. Benato)
  10. Casa Ecologica (Roberto Brambilla)
  11. Discussione sul futuro dell’Energia (Verona con C. Manna)
  12. Tecnologie edilizie ecocompatibili (Riccardo Stevanoni)

PREPARIAMOCI CON… LE SCHEDE PER I LAVORI DI GRUPPO

I lavori di gruppo previsti per il sabato mattina hanno lo scopo di promuovere durante l’Incontro Nazionale uno spazio per la condivisione di quanto è stato fatto, pensato, oppure di quello che ci piacerebbe fosse fatto per il risparmio energetico e per un uso ottimale dell’energia, sia direttamente, che indirettamente tramite la formazione e/o azioni politiche.
Per consentire un lavoro proficuo e dato che le tematiche sono ampie, ci divideremo nelle seguenti quattro aree tematiche:

  • Comportamenti e interventi per risparmio energetico in condomini
  • Comportamenti e interventi per il risparmio energetico in case singole
  • Progetti e idee per azioni rivolte alle amministrazioni sul tema dell’Energia
  • Progetti e idee alla formazione e alla sensibilizzazione sul tema dell’Energia

Per arrivare preparati all’Incontro Nazionale vi chiediamo di dedicare un po’ del vostro tempo a riflettere sui temi. Ogni partecipante deve scegliere UNO SOLO dei 4 gruppi quello al quale vuole partecipare. Per agevolarvi in questo compito il Gruppo di Verona ha preparato alcune domande che possono esservi di stimolo nella riflessione.
Potete utilizzarle sia all’interno della vostra famiglia che all’interno del vostro gruppo locale. L’importante è che ci pensiate, che compiliate la scheda scelta, vi procuriate del materiale, vi facciate venire idee geniali e quant’altro. Ricordate che la qualità dell’incontro dipende da ognuno di noi, quindi buone riflessioni e buon lavoro!
La scheda compilata va spedite entro il 15 giugno via mail a guidogini(at)altromercato(punto)it (non usate file allegati ma allegate la scheda come testo, altrimenti gli antivirus rischiano di non far arrivare niente) oppure via posta a Guido Gini via fra Giovanni da Schio, 11 – 37057 San Giovanni Lupatoto (VR).
Le schede vanno anche ovviamente portate all’Incontro Nazionale.

Scheda n. 1 : Comportamenti e interventi per risparmio energetico in condomini
All’interno di un condominio sono possibili diversi interventi per un uso ottimale dell’energia. Elenchiamo qui alcuni degli interventi possibili, solo come stimolo per la riflessione. Sarà molto utile scoprire anche tutti gli altri interventi possibili oltre a quelli elencati, quindi chi più ne ha più ne metta!
Isolamento esterno all’edificio, pannelli solari, serramenti per il risparmio energetico (vetrocamera- guarnizioni- doppi vetri – telai isolati..), lavanderia in comune, impianto di riscaldamento centralizzato, autonomo, con contabilizzatore consumi per singola abitazione, lampadine a risparmio energetico negli spazi comuni, pannelli fotovoltaici, sensibilizzazione dei condomini ad azioni per il risparmio energetico, altro…
Sono stati fatti alcuni di questi interventi o ne sono stati fatti altri?
Quando sono stati fatti gli interventi ?
Avete utilizzato agevolazioni fiscali o contributi ?
C’è stato un effettivo risparmio energetico? E’ possibile documentarlo?
Come si è arrivati a decidere di fare azioni di risparmio energetico? Descrivete il processo decisionale Ci sono comportamenti atti al risparmio energetico messi in atto dai condomini, conseguentemente agli interventi effettuati nell’edificio? Quali?
Avete idee o sogni da realizzare e ora da condividere?

Scheda n.2 : Comportamenti e interventi per il risparmio energetico in case singole
In ognuna delle nostre case sono possibili molti interventi per un uso ottimale dell’energia. Elenchiamo qui alcuni degli interventi possibili, solo come stimolo per la riflessione. Sarà molto utile scoprire anche tutti gli altri interventi possibili oltre a quelli elencati, quindi chi più ne ha più ne metta!
Isolamento esterno all’edificio (cappotto), isolamento interno, serramenti per il risparmio energetico (vetrocamera- guarnizioni- doppi vetri – telai isolati…), pannelli solari, impianto fotovoltaico, quale impianto di riscaldamento?, utilizzo di valvole termostatiche per la suddivisione dell’impianto in zone distinte, tetti ventilati, serra addossata, lampadine a basso consumo, stufe o sistemi di riscaldamento a legna, acquisto di elettrodomestici ad alta efficienza energetica, temperatura media tenuta in casa (zona giorno, zona notte), uso del condizionatore, utilizzo degli elettrodomestici ( a pieno carico, di giorno, di notte , stand by), uso dell’asciugatrice, altro….
Quando sono stati fatti gli interventi?
Avete utilizzato agevolazioni fiscali o contributi?
C’è stato un effettivo risparmio energetico? E’ possibile documentarlo?
Avete idee o sogni da realizzare e ora da condividere?

Scheda n.3 : Progetti e idee per azioni rivolte alle amministrazioni sul tema dell’Energia
Il vostro gruppo o altre realtà di cui siete a conoscenza hanno fatto proposte o pressioni per azioni di risparmio energetico presso amministrazioni pubbliche e/o aziende? Descrivete il percorso e dettagliate la proposta che è stata fatta.
Avete idee, proposte, sogni volte al risparmio energetico da sottoporre alle amministrazioni o aziende ? Descrivetele!

Scheda n.4 : Progetti e idee per la formazione e alla sensibilizzazione sul tema dell’Energia
Avete già proposto iniziative di formazione o sensibilizzazione sul risparmio energetico? Quali e a chi?
Avete prodotto materiale cartaceo o altro? Potete portarlo con voi all’incontro
Avete trovato o coinvolto relatori disponibili a ripetere l’esperienza altrove, o nomi da indicare?
Sono state coinvolte altre associazioni, gruppi o amministrazioni negli eventi proposti?
Avete ottenuto fondi, contributi per l’attività di formazione o sensibilizzazione?
Hanno avuto seguito, hanno portato a qualche azione concreta?
Segnalate eventuali iniziative a cui avete partecipato, proposte da altri.
Avreste idee o proposte formative e/o di sensibilizzazione da condividere con gli altri bilancisti?

PROPOSTE PER ADOLESCENTI: BILATREKKING

Completiamo le indicazioni per il BilaTrekking (14 -17 luglio 2005), presentando il programma. Ricordiamo che le iscrizioni si chiudono il 15 giugno, altre informazioni si trovano sul sito dei Bilanci o scrivendo a sanbilatrek(at)interfree(punto)it
Attrezzatura: Per l’attrezzatura specifica ci pensiamo noi, se qualcuno ha già qualcosa di suo corrispondente alle caratteristiche richieste, può portarlo. Comunque essendo bilancisti l’essenzialità sarà la nostra forza, anche se è bene ricordare che non ci sarà buono o cattivo tempo, ma buona o cattiva attrezzatura.
Compiti dei partecipanti: Il campo a livello logistico è gestito dagli organizzatori, le cose più pratiche, come iscrizioni, tessere, viaggi a/r, attrezzatura, verranno gestite da alcuni ragazzi
Sicurezza: A quella ci pensiamo noi, nulla verrà lasciato al caso. Tutti i materiali usati saranno a norma CEE
Assicurazione: E’ obbligatorio fare la tessera del CAI che comprende agevolazioni sui rifugi ed una assicurazione personale (ci pensiamo noi).

Staff Accompagnatori:
Una guida alpina di nome Walter, caratteristiche: simpatico competente e filosofo Un operatore Soccorso Alpino di nome Emanuele, caratteristiche: simpatico, amico di Michele e Vinicio, molto competente, alpinista convinto, ingegnere.
Un semi bilancista di nome Michele, caratteristiche: simpatico, educatore con gli adolescenti, accompagnatore escursionista ed organizzatore per passione, competente ed amico di Emanuele, Vinicio e Simone
Un buon amico di nome Vinicio, caratteristiche: simpatico, competente, alpinista convinto, psicologo ed amico di Emanuele e Michele
Un buon bilancista di nome Simone, caratteristiche: simpatico e tutto fare.. speleologo per passione, competente ed amico di Michele
Un …… vedremo chi a seconda del numero di ragazzi

Percorso Programma BilaTrek
Giovedì 14 luglio Ritrovo ore 13.00 presso i Prati Fosne (E4). Arrivati a Fiera di Primiero si prende il bivio sulla destra per Tonadico (S347). Si procede per la strada per il Passo di Cereda prendendo la strada sulla destra, (ruderi CastelPietra) bivio per Cant. Del Gal, Prati Canali, a metà starda attraversare ponte Piazmador sulla sinistra e seguendo le indicazioni (dopo il ponte al bivio a sinistra direzione forcella Col dei Cristi) arrivare fino ai prati Fosne (1336). Noi saremo li. (è importante comunicare agli organizzatori chi viene con mezzi propri e si trova sul posto).
Prima conoscenza, sistemazione attrezzatura, prime indicazioni. Se il tempo lo consente prendiamo il sentiero Camillo Depaoli n°734 fino al rif. Velo D.Madonna (m 2358). Se il tempo non è amico prendiamo il sentiero 731 passando dai Prati Ronz fino al Velo D.Madonna (m 2358).
Sistemazione in rifugio, cena sociale, presentazione del BilaTrek nei suoi pregi e difetti. Verifica del primo giorno e pianificazione della giornata successiva. Buona notte a tutti. (è consentito portare anche l’orsetto o il coniglietto o la copertina, basta che non pesino molto….).
Venerdì 15 luglio Sveglia (molto presto), sistemazione zaini e colazione abbondante. Verifica attrezzatura e partenza.
Se il tempo è amico si parte in direzione rif Pedrotti Rosetta. Si prende il sentiero n°739 con Ferrata del Velo (incominciamo a fare sul serio). Arrivati alla forcella del Porton (m 2480) ci confrontiamo sulle condizioni dei ragazzi e sull’andamento della ferrata. Possibilità di continuare per il sentiero n°739 con via ferrata d. Porton fino al rifugio Predidali (m 2278) e Passo di Ball, oppure di deviare sulla sinistra sul sentiero n°714 verso Forcella Stephen (m 2705) per continuare verso Passo di Ball (m 2443). Esiste la possibilità di dividere il gruppo scegliendo i due sentieri a seconda delle condizioni di alcuni ragazzi.
Dal Passo di Ball sentiero n°715/702 per rif Rosetta Pedrotti.
Arrivo nel pomeriggio e sistemazione. Semi pomeriggio di riposo al rifugio o passeggiata nei dintorni per ascoltare il silenzio della montagna. Cena sociale socializzante, verifica del secondo giorno e pianificazione della giornata successiva. Buona notte a tutti.
Sabato 16 luglio Sveglia (molto presto), sistemazione zaini e colazione abbondante. Verifica attrezzatura e partenza.
A questo punto avremo valutato tre possibilità. La prima è quella che tutti i ragazzi hanno risposto bene alle prime ferrate del giorno precedente, quindi possiamo proporre la ferrata Bolver Lugli a tutto il gruppo. La seconda possibilità è quella di dividere il gruppo in due parti a seconda delle possibilità dei ragazzi; un gruppo può affrontare la ferrata B.L, l’altro rimanere in quota e dal rifugio Rosetta affrontare un percorso alternativo. La terza possibilità, valutando i ragazzi o con condizioni atmosferiche non stabili, rimaniamo tutti in quota e affrontiamo un percorso alternativo.
Fiduciosi optiamo per la prima possibilità. Da rif. Rosetta (m 2581) si scende verso Col Verde sentiero n°701, fino al bivio; a destra si prende sentiero n°712/706 fino all’attacco della via ferrata Bolver Lugli ( +difficile) fino al Bivacco Fiamme Gialle (m 3005). Si prosegue fino al bivio sentiero n°716. A questo punto a seconda delle condizioni dei ragazzi e del tempo, possiamo scegliere se continuare per il sentiero n°716 direzione Passo del Travignolo (m 2925) o ritornare al rifugio R passando per la Val dei Cantoni, Passo bottega (m 2667), Cima Corona (ci giriamo intorno), rifugio Rosetta. Scegliendo di continuare proseguendo dal Passo del Travignolo per Cima d. Vezzena (m 3192), scendiamo sulla ferrata Garitta d.Ignoti e seguendo il sentiero in discesa tocchiamo il Ghiacciaio di Val Sturt fino al Bivacco G Brunner (m 2667). Arrivati al bivio perndiamo sulla sinistra il sentiero delle Farangole n°703 fino al rifugio Rosetta. Sistemazione e semi pomeriggio di riposo al rifugio o passeggiata nei dintorni per ascoltare il silenzio della montagna. Cena sociale socializzante, verifica del terzo giorno e pianificazione della giornata successiva. Buona notte a tutti.
Domenica 17 luglio Sveglia (molto presto), sistemazione zaini e colazione abbondante. Verifica attrezzatura e partenza.
Dal rifugio Rosetta si prende il sentiero n°709 direzione Ghiacciaio della Fredusta. Breve ammirazione di cosa purtroppo è rimasto del ghiacciaio e discesa fino al Rifugio Predidali (m 2278). Breve sosta rifocillante e discesa per il sentiero n°709 fino al bivio, oltre le rocce; prendere sentiero n°719 sotto il Sass Maor che porta al posteggio. Arrivati
Caratteristica principale di questo percorso è che avremo sempre la possibilità di una alternativa, poiché i due possibili gruppi che si formeranno saranno seguiti in ugual numero di adulti, con la stessa attrezzatura e collegati tra loro con ricetrasmittenti portatili (portata fino a 5km).

INCONTRO REFERENTI DEL 7 MAGGIO 2005

Simone di Firenze, Umberto e Ilaria di Faenza, Graziella della Val d’Illasi, Serenella di Mestre, Maddalena di Zugliano (UD), Vittoria e Paolo di Milano, Marco e Attilia di Livigno, Giovanna e Rossano di Bergamo, Giuseppe di Villasanta, Giorgio, Giuseppina e Loris di Bologna, Flora di Quarrata, Paolo di Legnano, Lucina e Carla di Pordenone, Luciano e Stefano di Rimini, Anselmo e Giancarlo di Verona, Licia di Treviso, Caterina e Gianni, Paolo di PAEA.
Per suoi impegni Maurizio Pallante ha potuto restare con noi solo fino alle 10.30.
Ha presentato un suo progetto editoriale sulla “Decrescita Felice”, insieme abbiamo cercato di capire come i Bilanci potrebbero collaborare a questa iniziativa. Sicuramente una sinergia importante si potrebbe creare per la Giornata del Non Acquisto.
Nella successiva presentazione dei gruppi abbiamo cercato di focalizzare l’attenzione sui lavori che si stanno facendo sul tema Energia: la maggior parte dei Gruppi sta raccogliendo informazioni, ci sono state delle azioni di alcune famiglie ma mediamente non c’è stato un grosso coinvolgimento dei gruppi in questo.
Ci siamo poi immersi nella presentazione e discussione del programma dell’Incontro Annuale, purtroppo la presenza di Paolo di PAEA, non ha facilitato la nostra discussione.
Dallo scambio di interventi sul programma sono emerse due richieste, il bisogno di avere maggiori informazioni e dati tecnici sul tema dell’Energia e il bisogno di mantenere all’Incontro il carattere di festa e di scambio e di conoscenza tra i bilancisti.
Abbiamo accolto queste esigenze decidendo di:
– progettare un seminario di approfondimento sull’Energia, presumibilmente gestito da PAEA
– dare mandato alla Segreteria di definire il programma dell’Incontro con il Gruppo di Verona con attenzione in particolare alle attività dei bambini, assicurare dei conduttori competenti ai lavori di gruppo del sabato, e ad alleggerire la Plenaria della domenica mattina.
L’ultimo punto affrontato è stato la discussione su che strada intraprendere per la nostra Campagna, da alcuni mesi cerchiamo di proporre spunti di riflessione su questo tema, che poi potrebbero essere approfonditi nei gruppi, c’era la necessità di capire verso che direzioni indirizzare il cammino. Abbiamo proposto una decisione tra tre orizzonti:

  • diventare una Associazione a tutti gli effetti a cui ogni famiglia si dovrà associare
  • creare una associazione leggera che sia “di servizio” cioè che possa rappresentare la Campagna per alcune questioni tecniche, ma che non la rappresenti “politicamente”
  • lasciare tutto come è, affidandoci alla rappresentanza occasionale di altre figure giuridiche (MAG, Ass. Bilanci di Verona…)

Queste proposte hanno ricevuto rispettivamente 1, 12, 4, voti e ci sono stati 4 astenuti.
Questo indirizzo ci servirà per proporre un percorso in cui riflettere su quale sia la forma leggera maggiormente è utile per la nostra Campagna.

PROGETTO OSPITALITA’

Abbiamo aggiornato nella versione 2005 la Lista del Progetto Ospitalità, la alleghiamo alla lettera di carta ed è scaricabile dal sito nella parte riservata ai Referenti.
Ricordiamo che alla base di questo Progetto è la riscoperta e la valorizzazione della convivialità, potete usare liberamente questa lista per girare l’Italia (ma potrebbero inserirsi anche i bilancisti residenti all’estero!!!) sicuri che anche un semplice fine settimana si tramuterà in un vero viaggio….