Aprile 2002

BILANCI DI GIUSTIZIA

LETTERA DI INFORMAZIONE TRA GLI ADERENTI ALLA CAMPAGNA BILANCI DI GIUSTIZIA

N° 66 – APRILE 2002

 Eccoci finalmente al

 PRIMO NUMERO!!!!!

Abbiamo ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie e possiamo finalmente uscire con il primo numero ufficiale della nostra nuova lettera. Ringraziamo ESODO per l’ospitalità che ci ha offerto in questi anni, ora siamo diventati un vero giornale.

Ci piacerebbe quindi aggiornare un po’ la grafica per adeguarci al nostro nuovo status. Per questo la segreteria apre a tutti i bilancisti un

concorso di idee brillanti

su come aggiornare la nostra veste.

Aspettiamo le vostre proposte entro fine giugno.

 

 

incontro referenti

Attenzione al cambio di data!!!!

Sabato 18 maggio 2002 a Bologna Dalle ore 10   alle  16.30   presso le Suore Salesiane- via Jacopo della Quercia 5 (100 metri dopo l’Istituto Salesiano) – tel. 051-356977

 

Ordine del giorno:

  • saluti e scambio di notizie dai gruppi
  • presentazione dell’assicurazione etica CAES

PAUSA PRANZO con condivisione di leccornie

  • presentazione incontro annuale e indicazioni per la sua pubblicizzazione
  • esito della campagna di Altreconomia per i Bilanci
  • modalità di conclusione della campagna sull’acqua
  • proposta del nuovo tema annuale

All’incontro avremo anche due graditissime partecipazioni straordinarie: il referente del nuovo gruppo bilancista di Vienna e padre Alex Zanotelli che, compatibilmente con i suoi molteplici impegni, condividerà con noi questo incontro.

Dopo questo annuncio di partecipazione straordinaria vi aspettiamo numerosi!!!!!

 

Incontro promotori del 6 aprile 2002

 

All’incontro promotori erano presenti don Gianni, Stefano laureando in economia con una tesi sui Bilanci, Fernando , Laura e Andrea di Novara, Maurizio e Nadia di Bologna, Antonella di Trento, Paolo di Rimini, Licia di Treviso, Patrizio di Firenze, Lucia di Padova e Luca di Pistoia.

Dobbiamo segnalare subito con gioia che in questo periodo l’interesse verso la nostra Campagna è veramente notevole. Sono in preparazione due tesi di laurea sull’esperienza dei Bilanci, una di microeconomia all’università di Bologna e una in sociologia all’università di Milano.

 

La cosa che ci rende ancora più felici è però che i Bilanci sono sbarcati all’estero. Il 18 marzo don Gianni è stato invitato a Vienna dove ha potuto incontrare 15 famiglie che hanno iniziato l’esperienza dei bilanci. Queste famiglie partecipano ad un progetto sui consumi sostenibili finanziato dal Ministero dell’Ambiente austriaco. Su questo progetto gestito dall’associazione ARGE è stata coinvolta la facoltà di economia di Vienna che ha assegnato ad un assistente il dr. Michael Pieber di seguire la parte statistica. Le quindici famiglie fanno parte di cinque parrocchie e sono impegnate a coinvolgere sul tema dei consumi la comunità ecclesiale. Avremo quindi una collaborazione continua fra la nostra Campagna e la corrispondente versione austriaca, sia in fase di sperimentazione che di analisi finale dei dati raccolti.

 

“La qualità della vita nel lavoro non retribuito” è il titolo di un progetto del Wuppertal che partirà a settembre e vedrà la collaborazione del Wuppertal stesso, dell’Istituto per il Lavoro di Bologna e dei Bilanci di Giustizia. Consisterà principalmente in una fase di ricerca bibliografica ed in un’indagine tra bilancisti e non bilancisti. Il lavoro sarà finanziato dall’UE e avrà la durata di 20 mesi. Ai Bilanci toccherà la parte pratica della somministrazione del questionario.

Viene costituito un gruppo di lavoro formato da Antonella Valer, Lucia Ronconi e Licia Bressan.

 

I promotori hanno discusso la stesura del Rapporto Annuale 2001. Si è deciso che comprenderà sinteticamente la parte riguardante i risultati della Campagna e la loro elaborazione statistica e alla fine saranno inseriti i dossier raccolti da Effetto Farfalla.

 

Laura e Andrea di Novara hanno presentato la campagna di finanziamento al loro progetto di creazione di una comunità di famiglie a Castellazzo Novarese. La comunità dovrebbe poi occuparsi di promozione sociale e tutela e valorizzazione ambientale. http://www.acieffe.com

 

Don Gianni ha riferito del progetto Villa Buri promosso dal gruppo famiglie di Bilanci di Verona nell’ambito della Rete Lilliput per promuovere iniziative di cultura di pace, economia e ambiente.

 

E’ stata rilevata la poca rispondenza delle famiglie bilanciste alla proposta del tema annuale sull’acqua (forse è scarsa solo la documentazione pervenuta?). Vi è stato un dibattito sull’utilità di mantenere anche per l’anno prossimo un tema annuale. Alla fine si è deciso di proporre un tema che permetta soprattutto dibattito e circolazione di informazioni. Il tema scelto è la finanza etica a cui si affiancherà una riflessione sull’argomento ”vita senza accumulo”. Si è deciso di aprire una rubrica sulla lettera sul tema scelto. Il tema verrà presentato all’incontro annuale.

 

Eccoci quindi alla presentazione inviataci dal guppo di Torino dell’INCONTRO ANNUALE

“CANTIERI DI GIUSTIZIA E DI BENESSERE”

COLLE DON BOSCO (AT) 30-31agosto e 1settembre

 

L’incontro annuale si svolgerà in Piemonte. Don Gianni aveva espresso questo desiderio e noi potevamo forse deluderlo? Ci incontreremo quindi al Colle don Bosco, immersi nella natura, nel cuore delle colline astigiane, luogo da cui partì la grande missione di don Giovanni Bosco.

Perché tre giorni? Perché volevamo fare le cose in grande e con calma! Vi ricordate quanti eravamo a Camaldoli?

Sarebbe bello essere di nuovo in tanti. E perché questo avvenga abbiamo predisposto un programma centrato sui laboratori. L’intento era anche quello di allungare un pochino l’incontro e il periodo è stato scelto proprio perché pensiamo che, concluse da poco le ferie, per molti sia possibile arrivare già il venerdì.

Venerdì pomeriggio, dopo il pranzo che, come la cena, sarà al sacco e condiviso, abbiamo invitato alcune realtà locali a presentarsi con dei piccoli stands.

GAS (Gruppi di Acquisto Solidali), Pagine Arcobaleno, Servizio Civile, Commercio Equo, Acqua, Finanza (MAG e Banca Popolare Etica) e Assicurazione Etica (CAES)  presenteranno le loro proposte e noi, tra un saluto e un abbraccio agli amici che staranno arrivando al Colle, avremo così la possibilità di informarci. Gli stands resteranno comunque aperti anche nelle giornate di sabato e domenica.

Largo spazio, quindi, alla voglia di fare dei bilancisti: tutta la giornata di sabato sarà dedicata ai laboratori di autoproduzione. Attendiamo urgentemente dai gruppi locali la disponibilità a gestire laboratori di autoproduzione da loro offerti.  Ci sono già alcune proposte: un laboratorio di cucina vegetariana del gruppo di Verona finalizzato alla preparazione della cena di sabato (veloci a prenotare, non c’è posto per tutti!) e quello del “Gufo Buffo”che, oltre ad allietare la sera di sabato con uno spettacolo per adulti e bambini, curerà anche un laboratorio, al pomeriggio, per questi ultimi. Il pranzo del sabato (e per qualcuno anche la cena del sabato) ci sarà fornito dal ristorante del Colle.

Domenica mattina avremo la chiusura della campagna sull’acqua, la presentazione dell’argomento per il nuovo anno e l’intervento di qualche esperto…autorevole (per ora non possiamo ancora anticipare…).

La mattinata terminerà con il pranzo che sarà preparato da una cooperativa che propone piatti tipici dei paesi del sud del mondo con ingredienti provenienti dal commercio equo e solidale e da produttori conosciuti.

“Ozio, lentezza e nostalgia” (ricordate il libro di Backer?) vorremmo che iniziassero a guidarci in questi tre giorni per continuare poi a “sostenerci” nel resto dell’anno!

Ricordiamoci, quindi, programmando le ferie, di lasciare libero l’ultimo weekend di agosto.

 

Prime notizie tecniche:

Saremo ospitati nell’Istituto Salesiano, potremo pernottare nei cameroni e, per chi preferisce, ci sarà anche uno spazio per il campeggio con docce e servizi igienici ma senza attacchi per la luce (portarsi quindi torce a batteria).

I costi del pernottamento presumibilmente saranno di 8 euro a testa a notte e di 3 euro per il campeggio.

I pasti avranno un costo di 8 euro per gli adulti e 5 per i bambini.

All’atto dell’iscrizione verrà pagata la cifra di 15 euro per adulto per coprire le spese di gestione dell’incontro.

Le ISCRIZIONI devono pervenire entro 30 GIUGNO alla Segreteria.

 

Prossimi appuntamenti

 

Questo periodo è particolarmente denso di impegni, ve ne segnaliamo alcuni da tenere particolarmente presenti

 

È iniziata la raccolta firme per la Tobin Tax prendendo spunto anche da un mail di critica arrivato in mailing list vorremmo puntualizzare che lo scopo della TobinTax è quello di disincentivare la speculazione monetaria a breve termine (per capirci quella che qualche anno fa mise in ginocchio l’Indonesia). L’aliquota proposta è molto bassa (0,1%) quindi l’effetto sui cambi di monete connessi a scambi di merci non è apprezzabile. La discussione su come impiegare i soldi raccolti è ancora aperta. La TobinTax non si propone come il mezzo per risolvere tutti i problemi del mercato liberista e/o dei paesi poveri, ma come un mezzo per tentare di porre dei freni alla speculazione e per riaffermare il primato della politica sulle leggi dei mercati, e su questo principio tutti i Bilancisti dovrebbero essere d’accordo!!!!

La firma richiesta è per una proposta di legge di iniziativa popolare per istituire una commissione che elabori una proposta per una Tobin Tax europea o eventualmente di una italiana.

Quindi andate a firmare nei vostri Comuni e fate firmare i vostri amici.

Tutte le informazioni su:  http://www.attac.it

 

Il 3,4 e 5 maggio a Padova si svolgerà Civitas il programma è monumentale, (17 pagine!) quindi ci è impossibile rendere conto di tutti gli appuntamenti interessanti, oltre ad un appuntamento sui detersivi ci sono incontri sulla giustizia sociale, sulla famiglia, sui bilanci partecipativi, sul commercio delle armi, …. che potrebbero interessare i bilancisti. Anche gli ospiti significativi sono numerosi. Verranno presentate diverse campagne.

Ci limitiamo a segnalare le tre aree tematiche su cui si articola il Salone quest’anno e a riportare alcuni momenti d’incontro più particolari.

Le aree tematiche sono:

Percorsi di giustizia sociale – per un nuovo equilibrio mondiale

Nuove ipotesi di economia – per lo sviluppo sociale

Partire dai diritti della persona – reti sociali: valori e servizi, tecnologie e prodotti

Venerdì 3 maggio ore 15.00 Incontro con Erri De Luca

Sabato 4 maggio ore 16.20 I-TIGI racconto per Ustica interpretato da Marco Paolini

ore 20.30 veglia religiosa “Per non dimenticare”:a 10 anni dall’uccisione di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con don Luigi Ciotti , padre Alex Zanotelli e don Luigi Tellatin

Il programma completo lo trovate su: http://www.civitasonline.it

Domenica 12 maggio 2002: Marcia straordinaria Perugia-Assisi per la pace in Medio Oriente. “Appello all’Europa: Fermiamo l’escalation del terrore. Fermiamo la carneficina”

La Tavola della Pace ha promosso questa marcia straordinaria vista la terribile situazione in Israele e Palestina, vuole così appellarsi all’Europa e all’ONU per intervenire subito in difesa dei più deboli, della legalità internazionale e per riaprire il negoziato per una pace giusta.

Per maggiori informazioni Tavola della Pace – Ufficio Stampa, via della viola 1 (06100) Perugia  tel. 335/6507723 – 075/5736890- fax 075/5739337 – email: info@perlapace.it

L’11 e 12 maggio si svolgerà a Marzabotto (BO) il convegno dei GAS , il sabato ci sarà un momento di incontro tra i GAS e domenica il convegno ”Costruire progetti locali”. Tutte le informazioni si trovano su http://pages.inrete.it/cocorico/convegno.html.

Non ci deve sfuggire a giugno la settimana dell’impronta ecologica proposta dal GLT Lilliput Impronta. Sulla prossima lettera vi aggiorneremo sulle iniziative

 

A come Acqua

Per concludere la campagna A come Acqua si chiede un ultimo sforzo a tutti i bilancisti che dovranno inviare alla segreteria entro il 30 giugno:

  • il consumo d’acqua (in metri cubi) degli ultimi 12 mesi,
  • il numero di componenti del nucleo familiare

se avete buona volontà potete aggiungere anche le strategie di risparmio adottate.

Il consumo annuale deve essere desunto dalle bollette (verificare che l’ultima lettura sia esatta!) delle famiglie con contatore proprio.

Questi dati permetteranno di costruire un consumo medio di acqua dei bilancisti che sarà confrontato con il consumo medio di Bologna. Come già annunciato la Campagna si concluderà a fine agosto all’incontro nazionale.

Si è deciso di aggiungere nella scheda di riepilogo annuale il consumo annuo in metri cubi e tra gli obiettivi quello della riduzione del consumo di acqua.

In relazione alla disponibilità offerta a Lilliput di collaborare alla Campagna per l’acqua si precisa che Maurizio e Nadia Barattini sono a disposizione solamente per fornire il materiale di cui disponiamo. Ogni altro intervento dovrà essere organizzato e sostenuto dai gruppi locali!

 

Altreconomia e….

 

Ad aprile è in distribuzione il numero di Altreconomia con il dossier sui Bilanci. Il numero è molto bello, sono presentati con chiarezza i Bilanci e anche qualche piccolo ritratto di famiglie bilanciste. Il tutto è arricchito da una intervista a Gerhard Scherhorn. La scheda mensile è presentata in dettaglio perchè Altreconomia ha invitato tutti i lettori a provare a diventare Bilancisti. Viene anche segnalato che presto potremmo avere il primo Comune bilancista, infatti il Sindaco di Pontassieve ha incontrato don Gianni per vedere se sia possibile redigere (almeno in parte) il bilancio comunale con criteri di giustizia.

Ci sembra importante che tutti i bilancisti ne posseggano una copia visto che può essere anche un ottimo mezzo per la diffusione della campagna. Per questo si è pensato di acquistarne 350 copie che verranno distribuite ai referenti il prossimo 11 maggio perchè i (pochi) bilancisti che non sono abbonati possano riceverlo.

Altreconomia seguirà nei prossimi mesi le avventure e scoperte di una famiglia dei Bilanci e ha invitato anche i lettori che si cimenteranno con il nostro bilancio a inviare le loro impressioni.

Aspettiamo anche noi con grande curiosità e interesse di leggere queste notizie!

 

A riprova del grande interesse per i Bilanci segnaliamo che anche Azione nonviolenta di aprile propone  un articolo sui Bilanci con una intervista a Antonella Valer.

 

Esperienze

UNO SGUARDO POSITIVO SU SE STESSI 

 

Oggi chi può dire di essere contento della sua vita e ottimista rispetto al futuro?

Al contrario, prevale un senso di insoddisfazione, inadeguatezza, oppressione, insomma, di asfissia, come se dei limiti invisibili ma potenti ci stessero soffocando. Ognuno crede di essere il solo a sentirsi così, ma in realtà questa sensazione è condivisa da molti.  Un’organizzazione sociale che ci limita  Il fatto è che l’essere umano sta cercando nuove vie per esprimere le sue potenzialità e dare spazio alle sue aspirazioni e in questa ricerca si trova limitato da convenzioni, regole e doveri imposti da un’organizzazione sociale primitiva, che non è all’altezza delle possibilità che ognuno sente di avere. La società attuale dispone di risorse tecnologiche e scientifiche straordinarie, che sarebbero sufficienti a liberare gli esseri umani dall’affanno della sopravvivenza, ma non le mette a disposizione di tutti, costringendoci a vivere nella precarietà e a rinunciare a tante cose che vorremmo fare. Mai come oggi, inoltre, sono esistite tante possibilità di comunicazione e scambio tra le persone, eppure l’attuale stile di vita, basato sull’egoismo, la diffidenza e la negazione delle possibilità di cambiamento ci spinge a chiuderci in noi stessi, a limitare i nostri orizzonti e a soffocare l’aspirazione ad aprirci agli altri.  Siamo molto di più di ciò che crediamo  In fondo sappiamo di essere molto di più della nostra età, professione e conto in banca, molto di più di un contribuente o un consumatore, molto di più di un genitore, un marito, una moglie o un figlio. Possediamo qualità straordinarie, che ci hanno permesso di uscire dallo sconforto e dalle difficoltà, aiutato a superare limiti e donato momenti di profonda felicità. Esiste in noi una grande forza. E’ una forza positiva, che ci unisce agli altri e ci mostra che siamo molto di più di quanto crediamo. E’ una forza capace di muovere le montagne. Aspiriamo nel profondo del nostro cuore a una vita migliore per noi stessi e per gli altri, a un mondo nuovo, libero e umano, che ancora non esiste. Conosciamo la compassione, che ci fa sentire la sofferenza e l’ingiustizia inflitte agli altri come se le subissimo noi e ci spinge ad aiutarli in modo disinteressato. E avvertiamo a volte qualcosa che non riusciamo a descrivere con precisione, ma che ci apre un futuro senza limiti.  Cambiare punto di vista su noi stessi e costruire una nuova società 

Oggi ci troviamo davanti a una scelta: continuare a considerarci numeri imprigionati nella routine, o cominciare a credere che siamo tutt’altro che nullità, ma esseri straordinari con un grande destino. Liberarsi dai limiti che ci soffocano e realizzare a pieno le nostre aspirazioni non sono sogni impossibili; sono le cose più importanti, per cui vale la pena vivere. Per poterlo fare è indispensabile cambiare punto di vista su noi stessi, ma anche impegnarsi attivamente nella costruzione di una nuova società, senza violenza, discriminazione e ingiustizia. Una società che invece di opprimere e asfissiare l’essere umano, favorisca la piena espressione di tutte le sue potenzialità.  Un abbraccio a tutti

 Gianni –  dalla mailing list.