Verbale del 7 marzo assemblea Bilanci

Il giorno 7/03/2015 alle ore 10.00, presso le Piccole Suore Salesiane a Bologna  si è svolta l’ Assemblea dei Bilanci , con il seguente ordine del giorno:

  1. aggiornamento sulla ricerca condotta da Antonia de Vita & c.
  2. presentazione attività del gruppo di Pisa
  3. definizione luogo e contenuti incontro nazionale dei Bilanci 2015
  4. varie

Sono presenti 

Mirco Fagioli, Giancarlo Bellosta, Antonietta Carannante, Giovanna Borghetti, Laura Bussolino, Alberto Sella, Giuseppe Frigerio, Franco Roncaglione, Irene Bonaccorsi, Daniele Tarini, Michele Baccheretti, Simona Facchini, Fabio Monari, Roberto Faletto e Rachele Tarini =)

 

  1. aggiornamento sulla ricerca condotta da Antonia de Vita con le Università di Verona e Bergamo

Ci siamo collegati via Skype con Antonia de Vita, la quale ci ha presentato una primissima bozza di preventivo e le varie fasi del progetto, è stato inoltre deciso che al prossimo incontro di Verona ci sarà una restituzione dei focus group dell’incontro di Caprino. Tutto quello che c’è da sapere:

  • Raccolta di materiali già in possesso della segreteria: rapporti annuali, ricerca di Simone Tosi di Milano ed esperienze condivise negli anni attraverso la lettera mensile, il bilatour. Sarà cura della Segreteria raccogliere tutti i materiali.
  • Interviste: saranno fatte a vecchi e attuali bilancisti. L’intervista ai vecchi bilancisti servirà a far  emergere il percorso fatto e il rapporto con le attività del presente, per capire l’impatto che ha avuto la partecipazione alla Campagna sui propri stili di vita e sulle successive scelte e per verificare se e quanto la Campagna di bilanci è stata una scuola, un punto di partenza per la nascita e la crescita di percorsi “alternativi”.
  • Verrà utilizzato la metodologia “Grounded  Theory”   cioè una ricerca che parte dal basso, dai dati. Il metodo prevede una prima fase di interviste, dallle quali saranno estrapolati dati e informazioni che saranno utilizzate per le successive interviste, e così via. Le interviste saranno fatte da un ricercatore possibilmente con la collaborazione di un fuorirotta che avrà il compito di curare gli aspetti tecnici e di filmare l’intervista per successivi utilizzi. Si cercherà di limitare i viaggi approfittando anche di altri spostamenti. Le prime 10 interviste verranno fatte entro fine Agosto. Il primo contatto con le persone da intervistare verrà fatto da noi, anche per riprendere contatti con le persone e alcuni gruppi locali.
  • Antonia invierà un testo molto semplice per permetterci di presentare al meglio la ricerca sia agli intervistati sia ad alcuni media/periodici e anche per raccogliere fondi (fondazione Banca Etica, crowfunding…)
  • Comunità di ricerca : a cura di Fulvio Manara
  • I fuorirotta dovrebbero essere di supporto nelle interviste con video, filmati ecc potrebbe essere materiale per arricchire il progetto faccia da bilancista. Antonia concorderà con Domenico questa collaborazione cercando di fare un piccolo calendario in modo che si possa pensare anche all’aspetto lavorativo delle persone
  • Ci sarà un questionario on line preparato dai ricercatori e condiviso con il gruppo di lavoro; il compito della segretaria sarà quello di monitorare la compilazione e di sollecitare la sua compilazione.
  • Approfondire la ricerca attraverso la reciprocità e lo scambio
  • Cercare di fare un “bilancio di giustizia” della ricerca cercando di partecipare tutti nella ricerca di fondi e bandi. Sul bilancio verrà anche monetizzato il lavoro fatto dai collaboratori dell’università (che sono già pagati dall’università), per mettere in evidenza il finanziamento pubblico a questa ricerca. Sul bilancio dovrà essere inserito anche il lavoro di sbobinatura dei focus group di Caprino. Il bilancio è di circa 10.000 euro; ci saranno dei contributi sia dall’università di Verona (2000 /2500 euro) che dall’università di Bergamo che ci permettono di iniziare intanto la ricerca e di darci del tempo per trovare il resto dei soldi.
  • La ricerca avrà all’incirca una durata di due anni e mezzo, con avvio a gennaio 2015Al termine della ricerca ci sarà quindi la raccolta di tutti i dati attraverso una lettura scientifica da parte delle Università. Da parte nostra dovremo ideare modalità e strumenti di divulgazione che possano aiutarci a comunicare la Campagna all’esterno utilizzando l’abbondante  materiale a disposizione.

2.        Presentazione attività gruppo di Pisa

L’animazione è stato il punto di inizio di questa presentazione con la dimostrazione pratica di utilizzo dei Tarocchi Bilancisti , nati da un’idea del gruppo di Como e rielaborato dal gruppo pisano. Giancarlo dovrà stare attento a non deviare dalla via bilancista…le tentazioni sono tante =)

Questi materiali sono a disposizione di tutti i gruppi locali e per chi è interessato alle versioni modificabili  può contattare la segreteria

3.        Definizione luogo e contenuti incontro nazionale dei Bilanci 2015

Dopo la telefonata in vivavoce di Paolo Rossi, “inviato” dalla segreteria per andare a visitare la struttura di Balzo (Cesena), dalla quale emergeva la non idoneità della struttura, è stato deciso e messo a verbale che l’incontro annuale di quest’anno verrà fatto nella struttura di Macerata dal 27 al 30 agosto. È stata confermata da parte di Anselmo e Giovanni Marucci la disponibilità per aiutarci in loco nella completa autogestione dell’incontro.Occorrerà trovare un cuoco/a e aiuti in cucina.

Per l’animazione dei bambini sarà chiesto ai Fuoriorotta, che già lo scorso anno avevano dato una mano.Rispetto ai contenuti abbiamo discusso la proposta che ci ha presentato il gruppo che si è reso disponibile a organizzare l’incontro annuale.

L’idea è di partire dalla paura dell’altro che nasce da un’economia globalizzata,  per  arrivare al coraggio di scelte che ci traghettano verso economie diverse (definite in vario modo di relazione, di dono….). Vorremmo quindi partire da aspetti sociologici ed economici per poi confrontarci con esperienze concrete di cambiamento.

Queste le ipotesi fatte per temi, relatori e struttura delle giornate:

giovedì

pomeriggio: accoglienza in ordine sparso

sera – dopo cena: introduzione all’incontro con attività per grandi e piccini – gioco notturno sul tema

venerdì

Dalla paura ad una nuova economia di relazione/di servizio

intervento di uno o due relatori/trici + lavori di gruppo

e racconto di esperienze positive

ipotesi di esperti da chiamare:

Riflessione TEORICA/SOCIOLOGICA

  1. Roberto Mancini – economia di servizio – lenuove teorie e pratiche economiche
  2. Marco Deriu
  3. Stefano Zamagni oppure Davide Maggi (Università di Novara, segue corrente pensiero di Zamagni )ipotesi di esperti da chiamare:

Riflessione ECONOMICA

  1. Luigino Bruni – economia della relazione
  2. Leonardo Becchetti – Fondazione Banca Etica
  3. Giulio Marcon – Sbilanciamoci
  4. Tonino Perna

Altri possibile, a seguire

Genevieve Voughan – economia del dono
Marco Revelli
Pietra Reitano
Alberto Zoratti (su TTIP)
Marinella Correggia
Pomeriggio: ESPERIENZE PRATICHE
Introduzione del/i relatore della mattina
Alcune idee:
• Fabbriche riaperte dai lavoratori (Rif Pisa, era stato fatto un incontro presso Municipio Beni Comuni)
• Esperienze giovani e agricoltura (Woofer – Verona)
• Esperienze lavorative di immigrati (Barikama – Roma rif Pisa  http://barikama.altervista.org/ )

TEATRO, CINEMA O MUSICA DI RELAZIONE E DI GIUSTIZIA

sabato

conclusione sul tessile
cosa abbiamo fatto e cosa ancora potremmo fare
possibile relatrice: Debora Lucchetti (Campagna Abiti Puliti)

laboratori del benessere, laboratori d’azione
• cose che ci fanno stare bene (per poi poter agire)
• cose che ci sono venute bene e che possono ispirare le azioni di altri (azioni efficaci per un’economia di giustizia

FESTA INTERGENERAZIONALE
animata dai Fuori rotta (???)

domenica
story telling
la ricerca o buone notizie bilanciste e non
con Antonia De Vita

Spazio di condivisione/verifica/programmazione sulla Campagna Bdg
lancio del nuovo tema annuale

E’ AUSPICATA LA PARTECIPAZIONE PIU’ AMPIA POSSIBILE NELL’ORGANIZZAZIONE DELL’INCONTRO. EVENTUALI DISPONIBILITA’ POSSONO ESSERE
COMUNICATE ALLA SEGRETERIA

4. varie

• All’incontro non era presente don Gianni e molti lo hanno notato. La segreteria ha letto durante l’assemblea la mail inviata da don Gianni, in cui riflettendo sulla positività e opportunità di una sua partecipazione alle assemblee ci diceva che ci avrebbe seguito dall’esterno. E’ stato concordato che la segreteria lo contatterà per approfondire le motivazioni di questa decisione e per concordare, se lui è d’accordo, anche uno spazio – possibilmente nella prossima assemblea – per parlarne assieme.

• È stato deciso di partecipare all’Assemblea di Abiti Puliti  che si terrà il 28 Marzo a Firenze e trovare una modalità adatta per sostenere la campagna. Il gruppo di Pisa sentirà il gruppo di Firenze per chiedere se riescono a parteciparvi.