Incontro Annuale 2014

RIMETTERE AL MONDO IL MONDO

TESSERE I FILI DI ECONOMIE DIVERSE

Rimettere al mondo il mondo” è una sfida:  la crisi che stiamo attraversando ce la impone, e richiede un cambiamento profondo, sul piano esistenziale e di relazione, sul piano politico-sociale, sul piano ambientale, perché il mondo diventi più ospitale per tutti.

Occorre  “tessere il filo di economie diverse”, fondate sull’etica del rispetto, della compassione, della natura. La ricerca dal titolo “Matriarchè – Il principio materno per una società egualitaria e solidale” (a cura di Francesca Colombini e Monica Di Bernardo – Exòrma ed.) ci ha offerto lo spunto  per  scoprire che “un’altra economia è possibile”. Che ci sono state in passato, e che ancora esistono, società che si fondano sull’economia del dono, alternativa all’economia di mercato, un’economia di sussistenza fondata sui principi della solidarietà e della non-violenza, che superi il vincolo dello scambio.

L’invito è a ritrovarci insieme dal 28 al 31 agosto, al tradizionale appuntamento dell’Incontro Nazionale, che quest’anno avrà luogo a Caprino Bergamasco (BG).

Sarà l’occasione di interrogarsi, di lasciarsi provocare, di inoltrarsi su nuove piste di riflessione,  di cercare di “guardare il mondo con i piedi rivolti verso l’alto”, utilizzando il metodo del consenso per pensare in modo orizzontale, e praticando processi partecipativi in cui fare sintesi, nell’ottica di un contesto comunitario.

I temi su cui ci faremo sollecitare saranno quelli dell’economia della sobrietà e del dono, la microeconomia e la relazione fra i generi, il lavoro e la rivalutazione del lavoro di cura, alla luce della tradizione matrifocale, da recuperare come paradigma di una nuova economia.

Ma non mancheranno le riflessioni sui criteri di scelta dei consumi, in particolare del “capitolo abbigliamento” e i laboratori, momenti “rituali” e momenti di gioco, festa, allegria. In spirito “bilancista”.

All’incontro, aperto a tutti, sarà possibile anche avvicinarsi agli strumenti dei Bilanci di Giustizia e avviare un proprio personale percorso di cambiamento.

Per i bambini sono previste attività di animazione e il gruppo dei giovani “Fuori rotta” compierà il proprio percorso di ricerca ed esplorazione  parallelo a quello degli adulti.

Il programma in sintesi  e la scheda d’ iscrizione