Settembre 2012

– Incontro Annuale
– Incontro referenti e promotori
– Venezia 2012
– Tavolo Res / Des / Gas
– Stiamo lavorando per / voi                                   

Incontro Annuale..

“Carissimi Bilancisti,
ora è il tempo giusto per “ripensare” l’esperienza dell’Incontro Nazionale di Fanano e delle sue “convivialità”.
Ricordiamo brevemente il percorso fatto.
Anzitutto, la scelta di non andare in una struttura “classica” ma di  servirsi di un convento dove potevamo autogestirci, aiutandoci  a vicenda nelle varie incombenze che si presentavano, che è stata pienamente condivisa da tutti i Referenti, a BOLOGNA, quando si è parlato di dove fare l’I. Naz.
PERCHE’?
Ci ha mosso il desiderio, oseremmo dire la responsabilità di scegliere una “GESTIONE ALTRA”
più BILANCISTA, più GIUSTA, anche per concretizzare effettivamente il nostro pensiero, il nostro desiderio di essenzialità .
COME?
Scegliendo un altro modo per stare assieme questi 3 gg, potendo anche esprimere delle priorità che altrimenti non avremmo avuto garantite: cibo di stagione, prodotti locali, colazioni eque e solidali, diminuzione degli sprechi e dei rifiuti sia organici che di imballaggi….
La casa di Fanano, con l’uso della cucina incluso, ci ha permesso di fare da soli colazioni e merende, preparare noi gustosi piatti per i nostri  pranzi e le ns. cene.
La presenza poi di  persone appartenenti alla vicina Comunità  LA GUEDRARA , ci ha dato la possibilità di provare esperienze, sicuramente diverse da quelle avute fin qui ma non meno interessanti e coinvolgenti.

A Bologna i referenti dei vari gruppi hanno appoggiato e accolto con entusiasmo questa scelta, optando anche per abbracciare la cucina vegetariana.
Così siamo partite e ci siamo “buttate” in questa splendida avventura che è l’organizzazione logistica dell’incontro Nazionale di Bilanci di Giustizia.
Abbiamo contattato la vicina Comunita’de  LA GUEDRARA e tutti i suoi componenti Vittorio, Cristina e gli altri si sono resi immediatamente disponibili e ci sono stati molto vicini, aiutandoci e sostenendoci  pienamente in questa scelta “ALTRA”.
Una parte importante è stata poi  riservata al cibo: Catering o Albergatore, per la  RISTORAZIONE?
La scelta è stata quella di fare riferimento a Cinzia dell’albergo Sole, che con grande disponibilità ha accolto le ns. richieste in tema di biologico e prodotti locali; insieme abbiamo pensato al menù giornaliero (sottoposto e in seguito confermato dai referenti) e alla presenza continua di 2 persone o meglio 2 aiutanti per la cucina; anche qui però con  un occhio particolare “alla giustizia”.
Infatti Silvia è una mamma di Fanano con qualche difficoltà economica e problemi famigliari, mentre Ubaldo è un senza fissa dimora di Venezia da sempre in cerca di riconoscimenti lavorativi un po’ più dignitosi rispetto a quelli che gli capitano ultimamente.
Anche qui vogliamo fare notare a tutti un primo tentativo di attenzione concreta a chi è in difficoltà, a chi porta sulle proprie spalle le conseguenze dell’ingiustizia…..
L’animazione poi è stata scelta pensando soprattutto alle risorse umane e culturali del luogo che ci ha ospitato…
Questo “PROCESSO SINERGICO” o meglio il risultato di tutto questo, è stato da noi vissuto pienamente e crediamo che sia un primo reale tentativo di cambiamento che però deve continuare, anche se ha presentato sicuramente qualche sbavatura e qualche lacuna; ci sono stati punti critici che dobbiamo correggere, ma dobbiamo tutti aiutarci, con critiche costruttive per andare avanti su questa strada, affinando e migliorando le nostre giuste scelte.
Di questo siamo convinte.
Mandateci le vostre riflessioni, i consigli e noi faremo tesoro di tutto ciò che ci arriverà; vi preghiamo soltanto di motivare le vostre eventuali considerazioni negative affinché siano meglio comprese e possa essere più semplice pensare a come risolvere i problemi sollevati e sarà bello poi pensare tutti assieme al prossimo  incontro nazionale che sarà per noi un evento molto importante.
I primi 20 anni dei BILANCI DI GIUSTIZIA che festeggeremo in modo ancora più giusto e consapevole.
Arrivederci quindi a tutti,  a Bologna, il prossimo 27 ottobre per l’incontro referenti.
Grazie a tutti “.
Giovanna, Patrizia, Elena e Alberto

Incontro Referenti e Promotori

Sabato 27 ottobre 2012
a Bologna dalle ore 10 alle 16.30
presso le Suore Salesiane – via Jacopo della Quercia, 5 – tel. 051-356977

Come sapete settembre è il mese della ripresa riaprono le scuole e tutti hanno una gran voglia di fare , semplicemente sarà l’aria un pò più fresca che ci fa sentire riposati e carichi di energie.
Ecco noi vogliamo concentrare tutte le nostre energie sull’incontro dei referenti di ottobre perchè crediamo che questo sia il momento giusto per ripartire con sprint.
In che modo possiamo portare avanti gli impegni e le intuizioni che abbiamo colto all’incontro di Fanano?
Con Referenti e Promotori lavoremmo sui seguenti punti:

Il programma
.
10 11 riflessione e verifica dell’incontro annuale
11.13 riflessione sul progetto delle  nuove schede mensili presentate da Mirco e da Franco
14 16  calendario incontri referenti ;bilancio economico 2011/2012 e previsione 2013; giornata del non acquisto;rapporto con i Fuorirotta e rapporto bilanci/Res/Des/Gas.

L’ incontro è aperto e tutti sono invitati a portare qualcosa da mangiare da condividere con altri. Basta inviare una mail in segreteria a segreteria@bilancidigiustizia.it e avvertire della vostra partecipazione.

Venezia 2012

In questi giorni si è tenuta a Venezia la terza Conferenza Internazionale della Decrescita. I Bilanci hanno partecipato in modo attivo alla Conferenza : hanno monitorato l’impatto ambientale dell’evento a hanno tenuto un workshop su “come monitorare il cambiamento”
IDi seguito abbiamo riportato l’ intervento di Enrico Pullini colui che ha rappresentato i Bilanci di Giustizia sul lavoro del bilancio di sostenibilità dell’evento.

“Buongiorno,
il mio nome è Enrico Pullini e rappresento, qui, l’operazione Bilanci di Giustizia.
Vi parlerò brevemente del Bilancio di Sostenibilità di questa Conferenza, che una volta terminato, sarà pubblicato sul sito di Venezia 2012.
Come Bilanci di Giustizia abbiamo accolto l’invito a svolgere questo studio, per le affinità che il nostro percorso ha, rispetto ai temi della Decrescita.
Dal 1993 stiamo costruendo un’esperienza di cambiamento dello stile di vita su di un campione che ha interessato oltre 1000 famiglie e singoli. Vogliamo modificare la struttura dei nostri consumi e l’utilizzo dei nostri risparmi,
essendo noi convinti:
– che il cambiamento dell’economia debba cominciare da se stessi,
– che vi sia un principio di Giustizia come discrimine e
– che questo cambiamento vada misurato, perché possa diventare fatto politico.
Il Bilancio di Sostenibilità, si è mosso sulla base della Dichiarazione di Intenti, sancita da tutti i soggetti promotori di Venezia 2012, che individua, nella Conferenza, un’occasione per attuare comportamenti etici, cioè fare in modo che l’organizzazione dell’evento, sia essa stessa coerente nei diversi ambiti della Sostenibilità.
Gli aspetti che sono stati osservati:
–    la salvaguardia dell’ambiente, anche con l’attenzione nell’utilizzo dei beni e delle risorse materiali,
–    il rispetto del lavoro delle persone,
–    l’ascolto della realtà urbana e sociale nella quale si inserisce la Conferenza,
–    la scelta dei fornitori,
–    l’adozione di criteri etici per il Fund Raising.
Possiamo dire sin d’ora, che la conferenza ha raggiunto il limite massimo di iscrizioni, entro cui si voleva rimanere, per contenere l’impatto sulla Città e sulle strutture ospitanti.
780 iscritti che provengono da 47 paesi di cui avete già visto la distribuzione numerica.
88 relatori
180 papers discussi
106 volontari
31 media
22 staff
Non è ancora stato possibile completare l’elaborazione dei dati raccolti:
Possiamo anticipare alcuni elementi interessanti, per quanto sia necessario che tutti compilino la scheda on line, disponibile sul sito della Conferenza, e che attende ancora molti input:
Un elemento interessante è l’età dei partecipanti,

Che hanno usato diversi mezzi di trasporto:

 

Altrettanto interessante è il dato provvisorio sul genere conseguente a un conteggio occasionale dei presenti in assemblea. Si nota che sui 362 partecipanti presenti al momento della rilevazione, 186 erano donne e 176 erano uomini. Una sostanziale parità.
Per gli allestimenti prevalgono i materiali di riciclo. I rifiuti sono stati ridotti fortemente.
L’evento è stato realizzato con mezzi economici, volutamente limitatissimi, rifiutando importanti sponsorizzazioni commerciali.
Molti altri dati saranno disponibili alla pubblicazione definitiva del rapporto di sostenibilità.
Tra questi:
–    uno studio sul movimento delle persone partecipanti (distanze, mezzi di trasporto, alloggio),
–    una valutazione della soddisfazione del partecipante,
–    un rapporto sulla Carbon Foot Print che coprirà gli aspetti ambientali,
–    un’analisi sul lavoro volontario e su quello retribuito,
–    un’analisi sui fornitori e sugli sponsor,
–    la valorizzazione degli apporti gratuiti.
–    i valori economici dell’evento con l’evidenziazione di quanto si è “Spostato” verso la Sostenibilità.

Il senso ultimo è quello di costruire e lasciare un’eredità positiva per il futuro, in termini di dati, informazioni ed esperienze resi accessibili, da cui si possa ripartire per l’organizzazione di prossimi eventi analoghi.
Alla Città lasciamo le tante manifestazioni pubbliche che hanno portato il tema della Decrescita all’attenzione di tutti, lasciamo le case che si sono aperte a persone provenienti da tutto il mondo, portatrici di idee ed esperienze contaminanti.
Allo IUAV l’utilizzo di prodotti biologici e di fair trade.
A tutti lasciamo l’esempio di come si possa fare anche con poco.
A voi che avete partecipato alla Conferenza, chiediamo di portare nella vita di tutti i giorni la consapevolezza, ma già l’avete, che il cambiamento parte da noi stessi.
A nome del gruppo che sta realizzando il Bilancio di Sostenibilità, vi ringrazio per l’attenzione e vi saluto, con l’augurio, che il vostro impegno personale e collettivo, raggiunga gli obiettivi comuni, che questa conferenza ha contribuito a mettere, ancor meglio, a fuoco.”
Enrico Pullini

Antonella Valer ha condotto il workshop :
“DALLA TEORIA ALLA PRATICA: COME MONITORARE IL CAMBIAMENTO
DELLO STILE DI VITA” ecco le sue considerazioni :

“Il gruppo dei partecipanti era molto attento e motivato erano interessati a capire dal punto di vista dei contenuti e hanno fatto tantissime domande anche critiche, ma erano anche molto disponibili a cambiare loro stessi  e questo mi ha dato molta speranza perchè l’età media era bassa!
Credo che sia stata un’occasione preziosa quella di presentare la nostra esperienza corredata dai dati in questo contesto e ancora una volta confermo che abbiamo tante cose da dire e da condividere
E anche molto da imparare! Molto interessanti sono state anche le altre due relazioni, la ricercatrice ISTAT e Sbilanciamoci era davvero in gamba. Vale la pena di riallacciare i contati con sbilanciamoci!”
Antonella Valer

Alla tavola rotonda della Conferenza “Cos’ è la transizione? Come prepararsi alla transizione?” ha partecipato per i Bilanci di Giustizia Ludovica Kirschner.

“Ciao,
diciamo che la tavola rotonda si è svolta alla fine della quarta giornata della conferenza all’ora di cena, quindi l’affluenza non è stata altissima, ci saranno state un centinaio di persone. Erano presenti, oltre a me, rappresentanti di 10 associazioni e movimenti molto diversi tra loro. C’erano associazioni di lunga tradizione, molto ben strutturate (ACLI, Mani Tese), caratterizzate da attività di cooperazione e solidarietà, altre di più recente costituzione (Transition, Kuminda, RIVE) che portano avanti proposte più innovative e “rivoluzionarie”, strettamente collegate alla decrescita; alcuni hanno sottolineato l’importanza di portare avanti un’azione politica come “massa critica” (ARCI, A Sud), mentre le proposte che ho sentito più vicine a noi sono quelle della campagna per l’acqua bene comune, a cui infatti hanno partecipato molti bilancisti, che ha sottolineato la sua trasversalità; del movimento per la decrescita felice, che si sta strutturando in circoli provinciali sul territorio, e con cui forse sarebbero possibili iniziative comuni, come serate a tema o laboratori; inoltre, ovviamente, quella della rete interdiocesana nuovi stili di vita. Nel mio intervento ho cercato di raccontare brevemente chi sono e cosa fanno le famiglie bilanciste, e ho riportato un po’ quello che è uscito dall’incontro annuale: la volontà di lavorare in rete con i GAS, di collaborare con gli enti locali (ho citato l’esperienza di Corsico), ho ribadito la nostra originalità, che è quella di misurare e quantificare il cambiamento, ho citato quindi il lavoro del bilancio di sostenibilità della conferenza, eventualmente replicabile in altri ambiti, e ho accennato anche all’esperienza dei Fuorirotta, sottolineando l’importanza di svolgere attività anche con i bambini e i giovani. La tavola rotonda era moderata da Davide Biolghini di RES, ho quindi sottolineato che per coordinarsi e fare rete è bene partire dalle strutture già esistenti, come RES appunto, a cui noi già partecipiamo, e da esperienze forti come quelle della conferenza. Alla provocazione di Paolo Cacciari, che ci ha chiesto se eravamo disponibili a “firmare un patto di di aiuto reciproco”, per intraprendere eventuali azioni comuni, come “massa critica”, abbiamo tutti concordato nel dire che è necessario prima un dibattito interno nelle rispettive associazioni e movimenti.
Per quanto riguarda la conferenza nel suo insieme, l’atmosfera era molto bella e piena di energia positiva, c’è stato un grosso scambio di idee e di progetti interessanti, e soprattutto hanno lavorato fianco a fianco professori universitari e attivisti di base, e questo forse era uno degli scopi principali. E’ andata molto bene anche la presentazione di Enrico Pullini sul bilancio di sostenibilità, la domenica mattina, è stato molto chiaro e preciso.
Ludovica Kirschner

Tavolo res

Nei giorni del 15 e 16 settembre si è tenuto a Mestre l’incontro dei GAS e del Tavolo Res.
Il gruppo di Mestre ha presenziato all’incontro con un banchetto con materiale informativo sulla Campagna dei Bilanci di Giustizia;  erano presenti anche altre associazioni.
“Dall’inizio dei lavori siamo stati presenti fino alla sera del sabato e si sono avvicinate poche persone, più per curiosare che per avere informazioni.  Non c’è stato nessun contatto da parte di qualche GAS, obiettivo al quale aspiravamo.
Questa situazione potrà diventare un buono spunto di riflessione per chiedersi se la presenza dei Bilanci incide ancora utilizzando questo modo di partecipazione in un contesto di questo tipo.”
Barbara Rossin
“Ho partecipato domenica 16 settembre all’incontro del Tavolo DES a Mestre.
Davide Biolghini ha proposto,  a seguito della sua partecipazione all’Incontro Nazionale dei Bilanci, di indicare ai GAS l’opportunità di dialogare con il locale gruppo Bilanci per rafforzare le motivazioni della pratica del “consumo critico”.
Ho confermato la disponibilità dei Bilanci e ho chiesto che siano i GAS a farne richiesta alla Segreteria Nazionale o direttamente al Gruppo Locale Bilanci.
In realtà non sono molti i GAS che riconoscono il Tavolo DES quindi non so quanto sarà efficace l’invito. In ogni caso è una strada aperta, quella del dialogo  con i GAS.
Potremo proporre  a loro di ragionare sullo “spostato” riguardo ai prodotti.”
Don Gianni
Stiamo lavorando per / voi..

.Risposto a e-mail e telefonate
..Preparato la Lettera Mensile di Settembre
…Collaborato con il gruppo di Mestre partecipazione alla Conferenza Internazionale della Decrescita..
….Fatto il Bilancio dell’Incontro Annuale