Maggio 2012

in questo numero:
– Incontro annuale
-IncontroReferenti
-Fuorirotta
-Bilahotel
-VersoVenezia2012
_Tavolo Res

-Il nuovo volontario
– ‘Stiamo lavorando per/con voi’

<h2 style=”text-align: center;”>l’Incontro Annuale 2012_ <h2 style=”text-align: center;”>Fanano 23-26 agosto 2012

 

<h2 style=”text-align: center;”>
Incontro Annuale________________________________

“Fanano è un gioiello. Un diamante incastonato nella cintura del nostro appennino ricco di inviti e di idilli… non si puo dire d’avere un’idea abbastanza completa dell’appennino modenese (che sicuramente è il tratto più bello della catena) senza fare una sosta a Fanano, dove il cammino, come diceva il Pedrocchi, è amabile e desiderabile.”
Saranno le suore cappuccine di Fanano che ci ospiteranno per l’Incontro Annuale…
L’incontro Annuale dei Bilanci di Giustizia è stato inserito come tappa verso la terza Conferenza internazionale della Decrescita.

I costi saranno i seguenti:
Per le camere da 2, da 5 e 6 posti letto il costo con trattamento di pensione completa è di 43 euro. Camera singola 63 euro a persona con trattamento di pensione completa

Bambini:
0-4 gratis
5-10 euro 15.00
10-13 euro 22.50
13-18 euro 30.00
Costo dei pasti per chi non pernotta 16 al giorno

Le iscrizioni
L’iscrizione all’incontro nazionale (solo adulti) sarà di 25 euro per chi si iscriverà entro il 30 giugno, 30 euro per chi si iscriverà dopo questa data.
Per organizzare al meglio l’incontro si chiede che le iscrizioni siano fatte entro il 31 luglio 2011.

Per l’iscrizione, come già consolidato gli anni precedenti, chi è dotato di computer deve compilare il file “tuo nome per iscrizione.xls” che si potrà scaricare dal sito e seguire le istruzioni lì contenute o richiedere alla segreteria, per chi non ha il computer alleghiamo la scheda di iscrizione cartacea alla fine della Lettera.
Tutte le iscrizioni vanno inviate in Segreteria.
Il programma
giovedì 23 agosto
17.00
Laboratorio di avvio comunitario
21.00
Presentazione dell’incontro. Con Silvia Pozzi, Mirco Fagioli e Fausto Piazza
venerdì 24 agosto
9.15
Appunti per una politica economica della decrescita felice.
Con Emanuela d’Angelo, coautrice del libro “Gli alberi non crescono fino al cielo”
10.30
Gruppi di lavoro: l’apporto dei bilancisti nel dilemma crescita/decrescita
15.00
Laboratori
21.00
Serata di festa insieme
sabato 25 agosto
9.15
Relazione sul simposio del Wuppertal Institut: “L’economia della sufficienza: ciò che manca nell’agenda per Rio sulla sufficienza”.Con Antonella Valer
10.00
Gruppi di lavoro
16 00
Tavola rotonda con Maurizio Pallante, Francesco Gesualdi, Andrea Saroldi, Sbilanciamoci. Modera Antonella Valer
21.00
Serata a sorpesa
domenica 26 agosto
9.00
Indicazioni del percorso dei Bilanci nel 2013.
A cura di Silvia Pozzi, Mirco Fagioli e Fausto Piazza
10.00
Gruppi di lavoro
11.30
IncontroReferenti________________________________
Non tutti sanno che l’incontro Referenti dello scorso 12 maggio è stato annullato all’ultimo momento poiché molti referenti non riuscivano ad essere presenti…
Abbiamo deciso di rinviare l’incontro al 16 giugno a Bologna. Insieme vorremmo costruire la traccia per i lavori di gruppi dell’Incontro Annuale che saranno ancora di più quest’anno, il vero laboratorio, dove definiremo l’apporto dei Bilanci nel dilemma crescita/decrescita.”
In questo tempo di crisi dove la prima cosa che manca è il tempo abbiamo bisogno l’uno dell’altro perché solo insieme ce la possiamo fare.
Vi aspettiamo il 16 giugno a Bologna presso le Suore Salesiane in via Jacopo della Quercia tel 051-356977
Confermate la vostra partecipazione alla segreteria.

Indicazioni :
alla stazione di Bologna seguite le indicazioni per uscire in via Carracci, andate a destra fino al semaforo, attraversate la strada (via Matteotti) e proseguite a sinistra. La prima strada che incontrate è via jacopo della quercia, le suore salesiane sono al numero 4. Sono circa 10 minuti di strada.

Fuorirotta________________________________

Venezia….
Abbiamo tanto atteso il loro ritorno e anche se abbiamo dovuto rimandare più volte il loro incontro…ecco a voi il programma per l’incontro veneziano dei ragazzi dei Fuorirotta

Giov 28 giugno_arrivo in serata in stazione a Mestre muniti di bici_ripartenza per Mogliano stazione e biciclettata fino a Marcon-Rosmarino_ serata di compagnia sui campi _sistemazione e pernottamento in tenda

Ven 29 giugno_sveglia – colazione – riflessione_lavoro:stalla, preparazione dei pasti comunitari, punto vendita, Serre bioRossarol, centri estivi in fattoria…ecc_pranzo insieme_pomeriggio in Comunità Minori non Accompagnati_serata di servizio con i senza fissa dimora e la Ronda della Carità e della Solidarietà_sistemazione e pernottamento in tenda

Sab 30 giugno_sveglia – colazione – riflessione_visita alla Venezia dell’AltrEconomia: partenza da Mestre fino Venezia centro storico_partenza per Altino: visita culturale, cena a LeVie con invitate le famiglie bilanciste__sistemazione e pernottamento in tenda

dom 1 luglio__sveglia – colazione – riflessione_mattina libera di verifica e ripartenza dopo pranzo insieme
nb_il maggior numero di spostamenti possibile in bicicletta + i ragazzi fuorirotta di Venezia e Treviso saranno i protagonisti
Le adesioni sono da inviarsi in segreteria entro il 20 giugno
Tramite facebook i ragazzi potranno tenere aggiornato Domenico per l’arrivo.

Io sottoscritto genitore di ………………….
iscrivo mio figlio alle giornate Fuorirotta che si terranno da 28 al 31 giugno 2012 a Venezia e sollevo Bilanci di Giustizia e gli accompagnatori da ogni responsabilità assicurativa penale e civile.
Firma
…………………………
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la legge sulla tutela degli stessi (Legge 196/03)

Cosa portare??
SACCO A PELO (importantissimo) e MATERASSINO.
ASCIUGAMANI
K-WAY
BICICLETTA

Il Bilahotel________________________________

La primavera è arrivata e con lei anche la voglia di spostarsi e girare, e cosi, dopo una nuova grafica, anche quest’anno abbiamo la lista ospitalità aggiornata e pronta per l’uso.
Ci abbiamo messo molto ma il risultato…bhè giudicate voi…
In allegato alla lettera di maggio troverete il bilahotel da stampare…
Ci piace ricordare che la lista può essere usata da tutti i bilancisti e che il non dare l’ospitalità non preclude il diritto di chiederla.
Aspettiamo i vostri resoconti, raccontateci dove siete andati e chi siete andati a trovare.
Verso Venezia 2012________________________________

Sta girando l’Italia per una serie di conferenze Serge Latouche, uno dei massimi esponenti del pensiero della decrescita, che sarà presente anche a Venezia a settembre. E’ soltanto uno dei tanti modi per avvicinarsi alla conferenza: oltre agli incontri culturali e formativi le varie associazioni partner stanno organizzando anche momenti conviviali e di raccolta fondi per finanziare Venezia 2012. Intanto a Montreal, in Canada, si è appena conclusa la conferenza internazionale sulla decrescita nelle Americhe, dove sono stati affrontati temi più specifici di quei paesi, ma sempre all’interno di quel dibattito più ampio che farà tappa a Venezia, passando anche dal contro-vertice di Rio+20 di giugno, il primo incontro mondiale dei popoli per la giustizia ambientale e sociale.
Tavolo res________________________________

A Bologna, diviso in due moduli il 28-29 aprile e il 26-27 maggio 2012, si è svolto il corso per la formazione di animatori di Reti Locali di Economia Solidale (RES).
Il ruolo dell’operatore territoriale, quale “promotore del senso di comunità” fra diversi, ha a che fare con la costruzione di strutture socio-relazionali e comunitarie che sostengono un’istanza di cambiamento auspicabile anzitutto a livello socio-culturale, quale base per una vera e propria rifondazione della politica territoriale.
L’animatore di RES ha l’importante funzione di far emergere ed identificare i problemi in una rete locale di economia solidale ma non quello di risolverli. È importante, invece, che i problemi siano risolti all’interno della rete, sia per l’autocoscienza degli attori coinvolti, sia per il rafforzamento della rete stessa.
Durante il corso sono state trattate e approfondite le caratteristiche di una rete di economia solidale e la sua struttura, con i punti di forza e di fragilità; si è avuto inoltre la possibilità di acquisire strumenti di meta progettazione ed elementi base per la facilitazione dei percorsi collettivi.
Una rete è costituita da nodi a dai collegamenti tra questi nodi. La sua caratteristica principale è la presenza dei così detti “hub”. Gli “hub” sono nodi della rete(costituiti da persone) che hanno un gran numero di collegamenti con altri nodi. Questi importanti nodi sono da una parte un punti di forza ma possono diventare punti di grande fragilità. Infatti se gli “hub” riescono a reggere il peso di tutti i collegamenti e degli impegni che questi collegamenti comportano, la rete resiste, ma se un hub “crolla” l’intera rete si rompe. È molto importante sapere questo perché nella costruzione di una Rete di Economia Solidale non bisogna contare su poche persone che fanno tanto, ma su tante persone che fanno meno. Quindi distribuire gli incarichi e i contatti porta ad avere anche una rete più solida e resistente.
Per questo motivo è fondamentale la meta progettazione, cioè una progettazione da fare prima della costituzione di una rete per identificare le potenzialità e le criticità dei diversi attori ed anche dopo che la rete è stata creata, per il suo mantenimento; attraverso lo strumento della progettazione è possibile rilevare eventuali problematicità e mettere in atto percorsi per riattivarla.

Altra tecnica molto importante che durante il corso è stato possibile apprendere è la così detta “fisarmonica” del metodo del consenso. Si tratta di uno strumento utile per prendere decisioni importanti e complesse che coinvolgono diversi attori. Solitamente tali decisioni vengono prese a maggioranza, mettendo inevitabilmente a tacere le idee diverse e minoritarie. Questa tecnica permette invece di tutelare il dissenso che spesso è illuminante su quei punti che non vengono presi in considerazione dalla maggioranza. Essa si basa sul rendere possibile l’espressione di tutte le richieste, dei problemi, delle paure in modo da contestualizzare bene la situazione ed arrivare ad una visione collettiva. È certo una tecnica che comporta un buon grado di maturità del gruppo perché si fonda sulla capacità di ascolto e sulla depersonalizzazione delle idee; attraverso questo metodo diventa anche possibile dipanare ed esplicitare un processo complesso sviluppandolo in piccoli passaggi più semplici.
Il nuovo volontario…Mattia________________________________

“Il servizio civile cambia la vita!
Questo è lo slogan che ho trovato in uno dei tanti volantini del servizio civile, così ho provato a inserirmi in questa esperienza di crescita, a dir la verità è 3 anni che provo ad entrarci e finalmente ci sono riuscito. Il primo giorno ricordo particolarmente l’ accoglienza che mi hanno dato, calorosa e vogliosa di conoscere nuove persone, disponibili a insegnarmi e a spiegare esperienze nuove.
Ad oggi sono passate solo 2 settimane dall’inizio del mio servizio e spero di mettermi in gioco con le mie capacità, da questa esperienza spero di crescere come uomo e come persona professionalmente.”

Stiamo lavorando per/con voi_ _________________________
Nel mese di maggio abbiamo:
.Risposto a e-mail e telefonate
..Preparata la Lettera Mensile di Maggio
…Lavorato in preparazione per l’Incontro Annuale
…..Presentato i Bilanci ad Oderzo
…..Presentato i Bilanci a San Martino di Venezze
……Collaborato con Corsico per la realizzazione del Progetto FA PROPRIO BENE :le famiglie di Corsico fanno per 9 mesi i Bilanci di Giustizia