Febbraio 2010

BILANCI DI GIUSTIZIA
LETTERA DI INFORMAZIONE TRA GLI ADERENTI ALLA CAMPAGNA
N° 147 FEBBRAIO 2010

 

in questo numero:

  • _BilanGiovani_Cosa sta dentro le nostre città? Ragazzi, partiamo da Firenze
  • _Incontro Referenti_il 27 marzo prossimo a Bologna
  • _Giro d’Italia dei gruppi locali_la tappa di Torino
  • _Autofinanziamento_tutti gli aggiornamenti
  • _Incontro Promotori_resoconto del 20 febbraio 2010
  • _Tenetevi liberi_le date per l’Incontro Annuale
  • _Verso l’Incontro Annuale 2010_il laboratorio che vorrei…
  • _Stiamo lavorando per voi!!! _
  • _Rubriche_alcuni link da Bilangiovani per preparare l’esperienza a Firenze

_BilanGiovani _
Cosa sta dentro le nostre città? Ragazzi, partiamo da Firenze

Cari bilancisti, siamo due giovani di Mestre e Padova, Domenico e Monica, e facciamo parte del gruppo S-bilanciati civili |gruppo di impegno locale per il consumo critico nato dopo una giornata di formazione tenuta dalla Segreteria di Bilanci di Giustizia all’interno dell’esperienza del Servizio Civile del Comune di Venezia|

Da qualche tempo via mail e su Facebook è iniziata una bella sfida bilancista, pensata per dare la possibilità ai nostri ragazzi di elaborare la loro appartenenza (o meno) alle scelte dei loro genitori bilancisti.
All’ultimo incontro Referenti la questione è subito interessata, perché in continuità con le esperienze della Campagna come il Bilatrekking e le proposte per gli adolescenti nei nostri Incontri Annuali.
Proprio a Oropa è nata la convinzione che i ragazzi potessero esprimersi sulle scelte bilanciste, non su sollecitazione dei propri genitori, ma cominciando a decidere secondo la propria personale responsabilità. Vogliamo accompagnarli a prendere consapevolezza dei propri miti, dei temi sociali, dei loro rapporti con i coetanei e coltivare le questioni dell’età, i giochi, le capacità personali di ciascuno e la voglia anche solo di stare insieme.
Danilo Dolci diceva che ‘Esprimere è essenziale per scoprire e scoprirsi’.
Così è nato il gruppo Bilangiovani!
Pensiamo di affiancare i ragazzi/e per capire se è possibile ‘passare a loro le consegne’ di scelte tanto importanti, difficili e controverse, come quella di uno stile di vita più sobrio e del passaggio a una vera economia, lasciando che la libertà e il coraggio di un giovane ragazzo nel mondo d’oggi si scopra e si fortifichi.
Non siamo educatori e non siamo neppure genitori, ma come giovani (più vicini in età e meno compromessi nella relazione paterna/materna) abbiamo pensato di metterci a servizio dell’espressione dei vostri figli.
Lo spazio virtuale di incontro, di discussione e di espressione su Facebook si rivela un libero e “loro” contenitore di senso, di rielaborazione, di incontro, ma non può supplire alle esperienze fatte insieme, in carne e ossa.
Ci affianchiamo a voi e ci mettiamo in coda alle esperienze bilanciste (Incontro Annuale, Bilatrekking): per le vacanze di Pasqua, proponiamo ai ragazzi e a voi un fine settimana alla scoperta di |‘Cosa sta dentro le nostre città?’|
Il tema _ Abbiamo occhi per quella parte di città, di persone, di organizzazioni che propongono cammini di inclusione, di solidarietà, di rielaborazione culturale, di acquisto solidale, di politica partecipata, di rivoluzione energetica domestica? Come ci approcciamo noi giovani ai nostri contesti urbani?
Prendiamo il caso emblematico ed estremo di Firenze _
Firenzecittàmuseo – Firenzecittàdelrinascimento – Firenzecittàinclusiva – Firenzecittàsolidale?
Al di là delle etichette, di Firenze ce ne sono almeno tre: quella delle guide, bella ma sotto assedio del traffi co, della massa dei turisti, del cemento che la soff oca; quella del futuro, delle grandi opere, dei cantieri sotto sequestro, dei multiplex, dei viadotti, dei parcheggi multipiano, dei project fi nancing che lasciano il comune in mutande; l’altra è la Firenze che si muove dal basso, che inventa nuove cose e le porta avanti, zitta zitta, senza tanti sponsor, con pochi soldi e tante idee. (da AE_giugno 2009) Con chi vorrà partecipare ci lanceremo nella felice e gioiosa scoperta di chi nella città impara a vivere con una vera qualità della vita.

_ Mano alla mappa!
articolo AE
guida alla Firenze non da cartolina
Tra il 29 e il 31 marzo saremo accolti all’ostello |Kantiere _ostellokantiere.it|. Con bici e mezzi pubblici raggiungeremo le cooperative, gli orti biologici, la solidarietà, le comunità cristiane ‘anomale’, l’associazionismo, gli enti pubblici; mangeremo al saccosolidale o in trattorie condotte da donne straniere, che non faranno rimpiangere le nostre madri, serviti ai tavoli da ragazzi abili.

___Il programma
Lunedì 29 marzo
– arrivo h 13 alla stazione di Firenze SMN + pranzo al sacco portato da casa + centro città + sistemazione al Kantiere + cena e serata in compagnia all’ostello
Martedì 30 marzo – colazione in ostello + in bici (tempo permettendo) o mezzi pubblici raggiungeremo la prima realtà fi orentina |Comunità Fontenuova _ fontenuovacoop.it| + pranzo al sacco preparatoci dall’ostello + relax + visita alla |Comunità delle Piagge _ altracitta.org| + cena al | Paladar _ delicias.it | + serata in compagnia
Mercoledì 31 marzo – colazione all’ostello + percorso nella Firenze ‘classica’ e visita allo |Sportello Eco Equo _ sportelloecoequo.comune.firenze.it + pranzo dai Ragazzi del sipario _ iragazzidisipario.it + partenza da Firenze SMN verso le h 15
___Il viaggio
In treno – Dalle proprie città i ragazzi devono raggiungere Firenze in autonomia o costituendo dei piccoli gruppi. L’arrivo a Firenze SMN deve essere intorno alle h 13 in modo che si abbia noi il tempo di attenderli sui binari.
>Vi preghiamo di inviarci via mail il prospetto del viaggio dei vostri fi gli< Vi informiamo che, prenotando con un anticipo di almeno 15 o 7 gg, è possibile usufruire rispettivamente di uno sconto del 30% o del 15% sul costo del biglietto dei treni FrecciaArgento e FrecciaRossa.
Per questa volta le spese di viaggio sono a carico di ciascuno, ma per la prossima iniziativa proporremo di ripartire equamente tra i ragazzi le spese sostenute per il viaggio.
___Il costo
Il costo previsto, escluse le spese per il viaggio, è di circa 100 euro a partecipante.
_ Assolutamente da non dimenticare
Il proprio documento di identità e il tesserino sanitario. Chiediamo ai genitori di comunicare per tempo ai nostri contatti eventuali particolari necessità dei fi gli (allergie, intolleranze alimentari ecc). Non dimenticare tutto l’occorrente!
___I link
Per quanto riguarda i link, beccateveli nella sezione |Rubriche| al termine di questa lettera !! Troverete_un fi lmato in cui ci presentiamo|_Tiziano Terzani, toscano come alcuni di voi, ha alcuni consigli da darci|_andare dentro una città! oltre la superfi cie!|_la storia delle cose| _siamo o no una Moltitudine Inarrestabile?|_gruppo-Bilangiovani su Facebook + profi lo- Bilangiovani su Facebook|_blog sbilanciati
*************************************************
_Il numero dei partecipanti dovrà essere tra i 5 e i 12 ragazzi.
_Entro il 15 marzo è necessario che pervengano tutte le adesioni con la seguente dichiarazione da inviare alla Segreteria dei Bilanci di Giustizia
Io sottoscritto _______________________________________________
genitore di _________________________________________________
autorizzo mio figlio a partecipare al viaggio |‘Cosa sta dentro le nostre città?’| che si terrà a Firenze nei giorni 29-31 marzo 2010 all’interno dell’esperienza della Campagna Bilanci di Giustizia – si sollevano gli accompagnatori da ogni responsabilità di ordine civile e penale
Rimaniamo a completa disposizione per chiarimenti e tutto ciò di cui può esserci bisogno:
domenico_3480422001_ scrivi a domenico
monica_3331186885_ scrivi a monica
sbilanciati_ scrivi agli sbilanciati

_Incontro Referenti _
Il 27 marzo prossimo a Bologna

Sabato 27 marzo 2010 a Bologna dalle ore 10 alle 16.30
presso le Suore Salesiane – via Jacopo della Quercia, 5 – tel. 051-356977

Nell’Incontro Referenti approfondiremo gli spunti emersi l’ultima volta: conosceremo meglio il movimento delle Città in Transizione: abbiamo invitato a parlarcene Cristiano Bottone, che ha fatto conoscere il movimento delle Città in Transizione in Italia, e gli chiederemo come questo movimento riesca a riunire i bisogni/desideri individuali e trasformarli in un momento collettivo. Come sempre il ricco pranzo sarà imbandito con le prelibatezze portate dai Referenti. Nel pomeriggio costruiremo assieme l’Incontro Annuale.
Negli ultimi tempi in sempre più occasioni abbiamo realizzato l’opportunità che la Campagna abbia una figura giuridica, ripartiamo allora dalle conclusioni cui eravamo arrivati nel 2005, proponiamo di istituire una commissione che lavori alle proposte emerse per defi nire la forma che ci rappresenta di più.

L’Incontro Referenti è aperto anche a singoli bilancisti che vogliano partecipare. Vi chiediamo di avvisare in Segreteria.

_Giro d’Italia dei gruppi locali _
La tappa di Torino

Correva l’anno 1995 e alcune coppie si riunirono nei locali di una parrocchia di Torino per ascoltare la proposta che Andrea e Daniela avrebbero illustrato, in merito alla nascita di una campagna che si riprometteva di fare della rifl essione e della trasformazione del proprio stile di vita familiare uno strumento per incidere su prospettive di cambiamento a livello sociale.
Da quell’incontro presero vita due gruppi che, pur condividendo lo stesso percorso, operavano in parallelo: uno, denominato “Pozzo strada”, composto di 6 famiglie, l’altro, denominato “Santa Rosa”, di 14 famiglie.
Dapprima gli incontri erano serali e avvenivano perlopiù occupando a turno le abitazioni, una volta al mese. Costituivano l’occasione per confrontarsi su obiettivi e comportamenti che emergevano dai bilanci familiari. Nascevano le prime iniziative di gruppi d’acquisto e le coppie erano sempre più connotabili come “famiglie”. Il numero dei figli cresceva a vista d’occhio, e presto i pargoli cominciarono ad andare a scuola. Le uscite serali di entrambi i genitori con i bimbi diventarono un problema; si decise di spostare la sede degli incontri infrasettimanali nei locali parrocchiali e la partecipazione fu limitata ad un rappresentante per famiglia.
Sin dall’inizio si sono alternate alcune persone del gruppo locale nella funzione di ‘referenti’, per facilitare i rapporti con la Campagna Nazionale e trasferirne gli stimoli al resto del gruppo stesso. Cominciarono anche gli incontri di presentazione della Campagna a gruppi interessati a saperne di più, e la partecipazione ad altre iniziative, affi ni alla nostra, sul territorio.
La prima ‘trasferta uffi ciale in blocco’ fu a Bologna. Poi abbiamo continuato a viaggiare: a maggio del 1999 partecipammo all’incontro regionale di Novara Prenditi cura di me…mi prendo cura di te!, ad ottobre del 2000 eravamo ad Albiano (Ivrea) per l’incontro Guadagnare stanca, a settembre del 2001 ci siamo ritrovati per l’incontro nazionale di Camaldoli Desideri di nuove relazioni con le cose.
Fatica a parte, l’entusiasmo risultava maggiore al ritorno da ogni viaggio, così, quando Alberto Sella tornò da un incontro referenti con la notizia che il Gruppo di Torino avrebbe organizzato l’incontro nazionale del 2002, non fu neppure decapitato. Ci si mise alacremente al lavoro e si ‘partorì’ a settembre l’incontro di Colle Don Bosco –Cantieri di giustizia e di benessere
Si può proprio dire che fu un’esperienza galvanizzante, che diede un impulso determinante alla continuazione del percorso. A marzo del 2003 in città venne organizzata, in collaborazione col Gruppo Mag4, una giornata di laboratorio sul tema Il denaro come se la gente contasse qualcosa, e a settembre del 2004, insieme ad altri gruppi piemontesi, l’incontro regionale di San Giacomo di Entracque (Cn) sui temi della scuola, dal titolo Privata Istruzione & Pubblica Ignoranza.
In questa fase le famiglie partecipanti si sono avvicendate, alcune sono uscite, altre si sono aggiunte. I fi gli sono cresciuti ed è aumentata la loro voglia di esserci: gli incontri mensili sono diventati più conviviali, di sabato pomeriggio, con cena a seguire, di nuovo a turno nelle case. Ogni incontro ha un ordine del giorno diff uso prima dal referente: nell’ambito degli incontri sono state invitate (o siamo stati ospiti) di persone o gruppi che ci hanno parlato della loro esperienza, ad esempio ACF – Associazione Comunità Famiglia, in altri casi abbiamo fatto autoproduzione (ad es. di detersivi). Sulla scia del tema annuale sul Lavoro, è stato prodotto un questionario, che è stato divulgato tramite un banchetto allestito alla fi era Fa’ la cosa giusta! svoltasi a Torino nel novembre 2007, i cui esiti sono stati trasmessi alla segreteria di Bilanci. Sempre sul tema del Lavoro, è stato dedicato ampio spazio allo scambio di racconti ed esperienze personali: a livello di gruppo questo sforzo ha creato intimità e coesione e ha permesso una migliore conoscenza reciproca, anche se il legame che si è venuto a creare a volte scoraggia nuovi inserimenti. Ad illustrare l’esperienza, i ‘creativi’ del gruppo hanno fatto un cartellone, che è stato esposto all’incontro nazionale di Oropa.
Nel settembre 2008 siamo stati ospiti del gruppo BdG della Valle d’Aosta, lo scopo era di conoscerci e di approfondire alcuni temi insieme; nonostante la due giorni molto coinvolgente, non siamo riusciti però a proseguire in un cammino comune, anche se restiamo sempre in contatto.
Dopo l’estate abbiamo iniziato a occuparci di come possiamo trasmettere in modo effi cace i valori che ci fanno stare insieme e le metodologie che adottiamo per cercare di costruire un mondo più giusto. Alcuni di noi hanno iniziato a leggere il libro di Parknas “Attivi per la pace” e durante gli ultimi incontri hanno trasmesso le loro impressioni agli altri.
Attualmente le famiglie che appartengono al gruppo sono una quindicina. Si è mantenuta la consuetudine degli incontri del sabato pomeriggio, anche se molti dei fi gli sono adolescenti e vi partecipano secondo le loro esigenze (chi arriva dopo, chi va via prima..). Chi di loro è stato ad Oropa è tornato a casa entusiasta, ed è abbastanza presente tra noi genitori la problematica circa le modalità con cui coinvolgerli anche nella quotidianità, cosa per alcuni nient’aff atto facile; perciò si guarda con interesse all’embrionale “Bilagiovani”.
Infi ne, caratterizzante di questi ultimi due anni è stata l’esperienza del Bilaorto. Un terreno coltivato parte ad orto, parte a frutteto, dal nonno Luigi, richiedeva un impegno per lui troppo gravoso, per cui Rita e Alex hanno chiesto ai bilancisti se erano disposti a condividerne frutti e fatiche. Nel frattempo nonno Luigi ci ha lasciato, e, accanto ad Alex, si affi ancano nel lavoro coloro che sono disponibili, chi più, chi meno, prendendo dimestichezza con tecniche agricole, per molti sconosciute, di seminagione, potatura, raccolta, uso del trattore…
Anche se la maggior parte delle famiglie non compila più il bilancio, forse sentendolo più un impegno che una necessità, se oggi, a distanza di circa quindici anni di vita, il gruppo di Torino continua ad esistere, sia pure con alterni momenti di slancio e di stanchezza, evidentemente signifi ca che ancora trova ispirazione dalla novità ed autenticità delle idee che animano i principi bilancisti.

_Autofinanziamento _
Tutti gli aggiornamenti

Per l’autofinanziamento della Campagna nel 2010 abbiamo raccolto contributi da 11 gruppi:
Udine, Monza-Brianza, Verona, Bergamo, Como, Val d’Illasi, Pisa, Mestre, Oleggio, Roma e San Martino di Lupari (totale 4186 euro) e 33 singoli (3635 euro) per un totale di 7821 euro.

Ringraziamo moltissimo tutti coloro che hanno contribuito, a volte anche molto generosamente. Vogliamo però risottolineare che per l’autofi nanziamento della Campagna è necessario che ognuno contribuisca con l’equivalente di una giornata di lavoro, oppure con 10 euro al mese.

I contributi possono essere inviati tramite:
__bonifi co bancario sul conto Bancoposta
IBAN: IT13 V076 0102 0000 0001 4643 308 intestato a Gianni Fazzini

__CCPn. 14643308 intestato a Gianni Fazzini, via Trieste 82/c, 30175 Venezia-Marghera

_Incontro Promotori _
Resoconto del 20 febbraio 2010

All’Incontro Promotori erano presenti Patrizio di Firenze, Luca di Quarrata, Luisa di Bologna, Mirco di Oleggio, Gianni e Caterina.

Incontro Annuale
Partendo dalle suggestioni emerse dall’Incontro Referenti abbiamo evidenziato come temi importanti per l’Incontro Annuale:

  • rapporto tra personale e politico
  • valorizzare l’appartenenza alla Campagna e gli strumenti (es. Rapporto Annuale, …)
  • indicatori di sviluppo o qualità della vita alternativi al PIL (es. QUARS)
  • rapporto con Sbilanciamoci
  • valorizzare la comunicazione emotiva
  • le Transition Town
  • invitare Roberto Mancini
  • importanza dei laboratori

Raccogliendo il filo di quanto emerso, un possibile titolo dell’Incontro Annuale 2010 ci sembra
|L’anello tra il personale e il politico|
Ne parleremo e decideremo all’Incontro Referenti del 27 marzo.

Aggiornamenti sul libro – Bilanci di Giustizia
Antonella Valer e Luca Gaggioli stanno scrivendo un nuovo libro sui Bilanci di Giustizia.
Una parte importante saranno la presentazione di alcune storie che mettano in luce alcune delle motivazioni che spingono all’adesione della nostra Campagna:
Le storie di:

  1. giustizia
  2. sostenibilità – rifi uti
  3. salute – biologico – cicli della natura
  4. legami – ospitalità
  5. capacità – soddisfazione dell’autoproduzione
  6. tempo – cura di sé e degli altri – lavoro
  7. cultura – divertimento – istruzione – gusto della vita
  8. mobilità
  9. temperanza – dominio di sé – libertà
  10. bambini: cosa cambia con l’arrivo dei bambini e col desiderio di lasciare loro un bel mondo
  11. partecipazione alla vita della comunità locale – essere utile

Invitiamo chi avesse una storia signifi cativa su uno di questi temi a scrivere un pezzo (di circa 3000 battute) su uno di questi temi e a inviarlo (entro il 15 marzo) in Segreteria.
Tutto contribuirà a realizzare il nuovo libro sui Bilanci.

_Tenetevi liberi
Incontro Annuale 2010
Da giovedì 26 a domenica 29 agosto

_ Verso l’Incontro Annuale 2010_
Il laboratorio che vorrei

I Laboratori sono sempre uno dei punti di forza dei nostri Incontri Annuali e della nostra Campagna.
Rappresentano la palestra dell’autoproduzione che ci fa imparare cose nuove, provare e guardare ammirati e soddisfatti il nostro lavoro.
Saranno il punto di forza anche del prossimo Incontro Annuale.
Per prima cosa vi chiediamo:
che laboratorio vorreste trovare all’Incontro Annuale?
Potete segnalarci un laboratorio già fatto in passato ma che vorreste rivedere oppure lanciare la vostra fantasia verso temi nuovi, perchè nella rete dei bilancisti si trova di tutto…
Aspettiamo le vostre segnalazioni entro il 25 marzo

_Stiamo lavorando per voi_

Nel mese di gennaio abbiamo:
.Preparata e spedita la Lettera Mensile di gennaio
..Preparato e attuato l’Incontro Referenti del 9 gennaio
…Risposto alle mail
….Raccolto le Schede Mensili e le Schede Annuali inviate
…..Presentati i Bilanci a San Bonifacio (Vr) assieme al Gruppo della Val d’Illasi

Rubriche

focus&link

Bilangiovani_un filmato in cui ci presentiamo
Tiziano Terzani ha alcuni consigli da darci
_andare dentro una città! oltre la superficie!
_la storia delle cose
_siamo o no una |Moltitudine Inarrestabile?
_gruppo- Bilangiovani su Facebook + profilo-Bilangiovani su Facebook
_blog | sbilanciati civili