BdG Venezia – Verbale Del 20 Marzo 2010

BdG Venezia – Verbale Del 20 Marzo 2010

Ciao a tutti, i presenti all’ ultimo incontro erano oltre allo scrivente, Ludovica, Massimo, Marisa, Sere, Enrico e Marta.
Serenella sabato prossimo andrà all’ incontro dei referenti a Bologna, dove sarà presente anche un certo Bottone, che parlerà di Transition Town, nuova proposta politica almeno per noi qui in Italia , che ha riscosso un pò più di successo già da qualche anno in europa, Questo nuovo termine sta ad indicare la volontà di portare avanti dei progetti, con o senza le amministrazioni pubbliche in fatto di gestione del territorio, progetti e gestioni a lungo termine, praticamente come lo dice la parola stessa,  città in cammino. Questi progetti hanno un parallellismo con quello che in agricoltura viene chiamata la Permacoltura. Sembra che la cosa sia parecchio interessante un pò per tutti, tanto che la Marisa quasi quasi si aggrega anche lei all’ incontro di sabato. Nel pomeriggio si parlerà sicuramente dell’ incontro annuale, che con molta probabilità si svolgerà a Marina di Massa come qualche anno fa, ve lo ricordate?
A fine mese parte la carovana dei giovani bilancisti per Firenze, Luigi e Francesca Pullini saranno presenti.
Marta ci racconta del disagio di sentire le critiche di amici e parenti, per la loro scelta di non avere la televisione e dunque di non farla vedere neanche alla loro figlioletta, d altronde bisogna avere un pò di pazienza con le persone che non capiscono quanto bene si sta senza TV.
Parliamo poi un pò degli indicatori di benessere, cosa intendiamo per indicatore, qualcosa che misura, per dopo poter far leva ed attenuare il disagio e far elevare il benessere, Marta lo stabilisce  nel grado di possibilità a curarsi in caso di malattia, secondo suo marito lo si misura dalle condizioni ambientali in cui si vive. Secondo Giovannini ex resposabile dell’ OCSE e ora dell’ ISTAT sembra che l’ indicatore vada valutato in una piccola area o città o regione per poterne realmente scandagliare l’ efficacia. Comunque alla base bisogna verificare sempre la fonte del disagio.
Anche se già esistono alcune  associazioni per lo più ambientaliste, ma anche non, che stabiliscono dei parametri di benessere, per esempio il sole24 ore e legambiente.
Marisa ci racconta di aver visto il film INVICTUS e la cosa che l’ ha particolarmente colpita è stata nel veder Mandela lottar contro i suoi compagni di partito che volevano boicottare il Rugby e la stessa nazionale sudafricana, mentre lui avendone una visione più lontana ne traeva giovamento nel rispettare e far divulgare il rugby anche negli strati neri e più poveri del Sudafrica. Questa cosa del non voler progettare qualcosa che vada oltre l’ immediato è la stessa critica che muove alla giunta usciente del comune di Venezia. Aver il coraggio di guardare lontano per poter preparare un terreno più fertile dove poter seminare, e ciò mi sembra da me molto condivisibile. Inoltre garantisce dell’efficacia di avere poche persone che riescono a contaminare anche altri, invece dei grandi numeri seguiti da pecoroni.
Sembra che sia confermata la data del 9 maggio a Marango, e del 17 aprile con molta probabilità a casa dei Mazzone. Alla fine abbiamo parlato un pò di elezione, sembra che ci sia la possibilità di avere il voto disgiunto, il che non sarebbe male cosi si potrebbe votare Bortolussi come Presidente della regione, e un candidato del movimento 5 stelle che fa capo a Beppe Grillo, che ne dite? Terminiamo la serata con una fetta di dolce proposta da Marta e una dal duo Stefano- Ludovica. E ricordatevi per il prossimo anno di fare gli auguri il 17 e 19 marzo ad Enrico e Marisa buona notte a tutti.