La giornata del non acquisto

“Isabel Losada è una scrittrice inglese che da sempre aderisce al Buy Nothing Day e agisce sulle sue scelte, proprio come i bilancisti, per manifestare le sue idee. Quest’anno si è ripromessa, e ha proposto ad altri, di fare l’Anno del Non Acquisto, cioè di non acquistare cose fino al prossimo Buy Nothing Day del 2019 (eccetto il cibo). Così come spiega la sua scelta:”

 
ISABEL LOSADA
 
“Ecco i motivi per cui ho apprezzato la giornata del non acquisto e mi piacerebbe fare un anno del non acquisto (fatta eccezione per il cibo)…
1. Vestiti. Ne ho già abbastanza. Molti non li indosso mai, e di sicuro non sono troppo logori. Se mi serve qualcosa, il negozio di vestiti usati del mio quartiere avrà ciò di cui ho bisogno.
2. Libri. Ne ho molti che non ho ancora letto e molti che ho amato così tanto che mi piacerebbe leggerli di nuovo. Se dovessi  esaurirli tutti, ho una biblioteca a disposizione.
3. Elettrodomestici e casalinghi. Ho tutto quello che mi serve. Se qualcosa si rompe, farò tutto il possibile per ripararlo. Se non ci riesco, posso chiedere a qualcuno, e probabilmente ci sarà da qualche parte chi mi presterà ciò di cui ho bisogno,  o me lo regalerà.
4. Musica – Preferisco la musica dal vivo. Vibra meglio in casa. Ho bisogno di più amici che suonano la chitarra e il piano e cantano – è vero – ma non puoi comprare gli amici.
5. Scarpe e stivali. Ne ho – la suola e il tacco possono essere riparati se si consumano.
6. Tecnologia. Ho un telefono e un pc portatile. Immagino che se uno dei due si rompe dovrò sostituirlo … ma spero che durino altri due o tre anni.
7. Prodotti per il bagno – Beh, devo avere qualcosa in lista nel caso qualcuno voglia comprarmi un regalo di Natale – ma niente plastica – la mia lista è molto specifica.
8. Asciugamani e lenzuola – vanno bene per la lista di Natale ma non per me – ne ho abbastanza.
9. Arte – non c’è posto per altro. Piante – Non c’è più spazio. Giochi – non c’è spazio per altro.
 
10 – No – niente. Sto pensando di fare un elenco di tutto ciò che compro per un anno, e di vedere quanto poco riesco a scriverci, a partire da questa giornata del non acquisto, fino alla successiva del 2019.